Mercoledì 29 Agosto 2012

In bicicletta rapina tre donne
Una prostituta lo fa arrestare

Ha messo a segno due rapine ad altrettante donne a Ponte San Pietro e Valbrembo, mentre una terza non è andata a buon fine per la prontezza di riflessi della vittima. Un tunisino, lunedì sera, è stato arrestato dai carabinieri di Villa d'Almè grazie a una prostituta romena.

La cattura è il positivo risultato di un'operazione condotta dalle due stazioni dei carabinieri di Ponte San Pietro e Villa d'Almè.
Il primo colpo è stato messo a segno verso le 22,15 a Briolo di Ponte San Pietro ai danni di una ragazza di 21 anni residente a Verdello cui è stata rapinata la borsetta con dentro pochi soldi e il cellulare.

Verso le 22,30 il secondo colpo, non andato però a buon fine per la reazione della donna che ha suonato il clacson dell'auto sui cui si trovava allertando i vicini.

Il terzo colpo ai danni di una prostituta nei pressi di Valbrembo. I due sono fuggiti in bicicletta ma poco dopo la ragazza ha visto passare una pattuglia dei carabinieri di Villa d'Almè e l'ha fermata, raccontando l'accaduto e fornendo la descrizione dei due.

I militari li hanno trovati 150 metri più avanti, diretti verso il centro del paese. Uno è riuscito dileguarsi saltando da una cancellata all'altra, mentre l'altro è stato bloccato: si tratta di H. M., tunisino di 24 anni, clandestino, senza fissa dimora e con precedenti per droga. 

Leggi di più su L'Eco in edicola mercoledì 29 agosto

a.ceresoli

© riproduzione riservata