Martedì 04 Agosto 2009

La Lega contro Legambiente
«Bandiera nera ingiustificata»

In merito alla “bandiera nera” assegnata da Legambiente a due Comunità montane della Val Seriana, è intervenuto il consigliere regionale della Lega Nord, Giosuè Frosio, con la presentazione di una mozione al Pirellone.

“Le valutazioni di Legambiente – sostiene Frosio – finiscono per penalizzare ingiustamente, soprattutto dal punto di vista turistico, un determinato Territorio a favore di altri. Le affermazioni di questa associazione ambientalista sono potenzialmente dannose per l’economia ed il turismo delle zone alpine che si sono viste assegnare una 'bandiera nera', con motivazioni parecchio discutibili. La colpa delle Comunità Montane (Valseriana superiore e Val di Scalve) e dei Comuni di Gromo, Colere e Valbondione sarebbe quella di voler mettere in collegamento i propri demani sciabili, creando così un comprensorio sciistico unificato in grado di dare un maggior valore turistico alla zona. Legambiente, che definisce questa scelta il frutto di 'un turismo aggressivo e speculativo' dovrebbe invece essere sapere che l’attuale progetto non prevede nessuna costruzione di alcun tipo, ma solo la realizzazione di impianti sciistici. Sono quindi infondate le accuse di cementificazione e di voler compromettere e rovinare il paesaggio e il territorio montano. In questo periodo di grave crisi economica ed occupazionale, che sta colpendo pesantemente la provincia di Bergamo, il rilancio del settore turistico rappresenterebbe sicuramente una notevole opportunità, che affermazioni come quelle di Legambiente rischiano però di pregiudicare.”

La mozione presentata da Frosio e dal capogruppo regionale del Carroccio Stefano Galli impegna la Giunta lombarda “ad attivarsi per il rilancio dell’offerta turistico-ambientale ed economica tramite il progetto di potenziamento e collegamento dei demani sciabili dell’Alta Valle Seriana e Val di Scalve, anche attraverso lo strumento dell’Accordo di Programma.”

a.ceresoli

© riproduzione riservata