La Regione lancia l’allarme
Rischio di forti temporali

Avviso di criticità per la Lombardia e per diverse zone della Bergamasca. Primo acquazzone già nel pomeriggio del 13 giugno: ecco la foto del quartiere Monterosso di Bergamo.

La Regione lancia l’allarme Rischio di forti temporali

Il Centro funzionale monitoraggio rischi naturali della Regione Lombardia ha emesso un avviso di criticità - dalla mezzanotte di sabato 13 giugno - per rischio temporali forti sul Nord Ovest (Como, Lecco, Sondrio, Varese); sulla Pianura occidentale (Bergamo, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Monza, Pavia, Sondrio, Varese); sul Garda e la Valcamonica (Brescia) e sulle Prealpi centrali (Bergamo, Lecco). Moderata criticità per rischio idrogeologico si segnala invece sul Nord Ovest (Como, Lecco, Sondrio, Varese).

Un’area depressionaria di origine atlantica e attualmente centrata a ovest della Penisola Iberica convoglia un flusso di aria umida da sud-ovest, andando a determinare un graduale e costante aumento dell’instabilità sulla nostra regione soprattutto per la giornata di domenica 14 giugno. Per sabato 13 giugno, si prevedono precipitazioni a carattere di rovescio e temporale, che interesseranno irregolarmente i diversi settori della nostra regione. Le aree maggiormente interessate saranno tuttavia quelle di fascia alpina, fascia prealpina e settori occidentali.

Domani, nelle prime ore della giornata, le precipitazioni interesseranno i settori più occidentali di fascia alpina, prealpina e di alta pianura. Dalla tarda mattina precipitazioni in rapida estensione da ovest a est e tendenti a divenire diffuse. In questa fase saranno maggiormente interessati dapprima i settori meridionali della regione, quindi fascia prealpina e alpina. Le precipitazioni assumeranno anche carattere di rovescio e temporale, con fenomeni che localmente potranno risultare intensi. In serata tendenza ad un’attenuazione delle precipitazioni, e in parte in esaurimento a partire da pianura.

In previsione dell’intensificazione delle precipitazioni, a partire dalla giornata di domani, 14 giugno, il Centro polifunzionale suggerisce ai presidi territoriali di prestare attenzione e un’adeguata attività di sorveglianza: ai possibili effetti di esondazione di corsi d’acqua, con particolare attenzione ai Comuni insistenti sulle aste del reticolo idraulico nord milanese e del reticolo idraulico minore in concomitanza dei possibili rovesci più intensi. Al possibile riattivarsi di fenomeni franosi in zone assoggettate a tale rischio. Si suggerisce, dove ritenuta necessaria, l’intensificazione dell’attività di monitoraggio e l’attuazione di tutte le misure previste nella Pianificazione di Emergenza locale e/o specifica. Agli scenari di rischio temporali (rovesci intensi, fulmini, grandine e raffiche di vento) soprattutto in concomitanza di eventi all’aperto a elevata concentrazione di persone e in prossimità di zone alberate, impianti elettrici, impalcature e cantieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA