Le offerte delle Messe per il Nepal
Prosegue la raccolta Caritas

Bergamo vicina al Nepal, con la Diocesi di Bergamo impegnata a raccogliere fondi a sostegno della comunità.

Le offerte delle Messe per il Nepal Prosegue la raccolta Caritas

Il vescovo di Bergamo Francesco Beschi ha invitato i sacerdoti a sensibilizzare le comunità cristiane partecipando nella solidarietà con la proposta di devolvere le offerte delle Messe di domenica 3 maggio a sostegno delle popolazioni vittime del terremoto che nei giorni scorsi ha colpito il Nepal secondo le modalità e le indicazioni date dalla Caritas Diocesana.

L’associazione bergamasca, accogliendo infatti l’invito di Caritas Italiana e del vescovo Francesco Beschi, ha aperto la sottoscrizione per la raccolta di offerte a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto in Nepal, una tragedia dai contorni ancora poco definiti.

Coloro che intendono prendere parte a questa iniziativa di solidarietà, possono dare il proprio contributo mediante: «Offerte consegnate direttamente presso la sede della Caritas diocesana Bergamasca (ufficio amministrativo) in via del Conventino, 8 a Bergamo (da lunedì a venerdì dalle 9 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18).

•Bonifico bancario sul Credito Bergamasco- Gruppo Banco Popolare- Filiale di Bergamo Malpensata, intestato a Caritas Diocesana Bergamasca. Codice. IBAN. IT69 E 05034 11105 000000006330 – Causale «Terremoto in Nepal».

•Versamento su conto corrente postale n. 11662244, intestato a Caritas diocesana bergamasca, via del Conventino, 8 a Bergamo, indicando la causale del versamento «Terremoto in Nepal».

Coloro che desiderano usufruire della detrazione fiscale per la propria offerta possono effettuare un versamento mediante bonifico bancario intestato a: Banca Popolare di Bergamo – Ubi Banca– piazza Vittorio Veneto, 8 – Bergamo. Codice IBAN IT 81 V 05428 11101 000000099169 intestato ad Associazione Diakonia Onlus – via Conventino, 8 – 24125 Bergamo – indicando come causale «erogazione liberale» e il codice fiscale dell’ordinante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA