Le periferie al convegno Italcementi Renzo Piano: «Sono le città del futuro»

Le periferie al convegno Italcementi
Renzo Piano: «Sono le città del futuro»

«Siamo un Paese straordinario e bellissimo, ma allo stesso tempo molto fragile». Lo dice l’architetto e senatore a vita Renzo Piano.

«È fragile il paesaggio - dice - e sono fragili le città, in particolare le periferie. Ma sono proprio le periferie la città del futuro, quella dove si concentra l’energia umana e quella che lasceremo in eredità ai nostri figli. C’è bisogno di una gigantesca opera di rammendo e ci vogliono delle idee».

Avrà appunto per titolo «Rammendo e rigenerazione urbana per il nuovo Rinascimento» il convegno che si terrà sabato mattina, dalle 10, alla Fiera di Bergamo, in via Lunga; con questa nuova edizione di un suo tradizionale appuntamento annuale, la Fondazione Italcementi-Cavaliere del Lavoro Carlo Pesenti intende promuovere una riflessione collettiva «sulle politiche e le iniziative volte a rigenerare le città e a valorizzare le periferie urbane», nella prospettiva di «un nuovo Rinascimento, capace di ridefinire il tessuto delle città e di includere quelle classi sociali che attualmente vivono in modo conflittuale il processo di urbanizzazione».

Piazza Pio X alla Celadina

Piazza Pio X alla Celadina

Il convegno si aprirà con la presentazione in anteprima di un video inviato da Renzo Piano, «video manifesto» sul tema; a seguire, il giornalista Walter Mariotti coordinerà un dibattito a cui prenderanno parte il sindaco di Bergamo Giorgio Gori, l’architetto Mario Cucinella, il filosofo Silvano Petrosino, gli economisti Geminello Alvi e Francesco Daveri, l’amministratore delegato di «Beni Stabili» Aldo Mazzocco e Aldo Molè, direttore creativo di «Nemesi & Partners», che ha progettato il Padiglione Italia dell’Expo.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 23 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA