L’incidente in A4: al Papa Giovanni è stato attivato il piano di emergenza
2° incidente a4 (Foto by San Marco)

L’incidente in A4: al Papa Giovanni
è stato attivato il piano di emergenza

Sono stati tutti visitati e dimessi con ferite giudicate guaribili fra i 5 e i 10 giorni le 14 persone - quasi tutti ragazzi fra i 15 e i 18 anni - che sono stati trasportati all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo dopo l’incidente fra pullman e auto sull’A4.

L’ospedale Papa Giovanni, per far fronte all’emergenza e vista la grande quantità di pazienti in arrivo, ha attivato il cosiddetto Pemaf, il Piano di emergenza: in pratica sono stati aggiunti al personale già in servizio altri medici di pronto soccorso e quattro infermieri.

Inoltre è stata prolungata la presenza in servizio di un infermiere, oltre al temporaneo distacco dalla normale attività di reparto due chirurghi e due anestesisti.

Il Pemaf è stato attivato alle 9.30 e si è concluso alle 16, senza così causare rallentamenti alla normale attività del pronto soccorso.

Il pullman coinvolto nell’incidente

Il pullman coinvolto nell’incidente
(Foto by San Marco)

L’incidente era avvenuto poco dopo le 8,30 nel tratto fra Ponte Oglio e Grumello-Telgate. Al pronto soccorso dell’ospedale di Bergamo sono stati valutati complessivamente 14 pazienti, mentre altri feriti più lievi sono stati trasportati in strutture vicine (Seriate, Chiari, Cliniche Gavazzeni).

Il video: il racconto dei ragazzi

Tra quelli giunti a Bergamo si è registrato un codice giallo (un po’ più grave) e 13 codici verdi. Tutti sono stati dimessi tra le 15.30 e le 16 con prognosi comprese tra i 5 e i 10 giorni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA