Litigi fra vicini di casa? Macché
In via Ponchielli il condominio modello

Litigi tra vicini di casa, discussioni accese e cattiva convivenza. È quello che accade nella maggior parte dei condomìni ma non in Via Ponchielli, dove al numero 28 della via, tutti i 150 condòmini vanno d’accordo e hanno addirittura trasformato il cortile in punto di ritrovo, di aggregazione e socializzazione.

Litigi fra vicini di casa? Macché In via Ponchielli il condominio modello
Pizzata al Condominio Ponchielli
(Foto di Maria Zanchi)

Litigi tra vicini di casa, discussioni accese e cattiva convivenza. È quello che accade nella maggior parte dei condomìni ma non in Via Ponchielli, dove al numero 28 della via, tutti i 150 condòmini riescono ad andare d’accordo, a risolvere i problemi in maniera equilibrata e hanno addirittura trasformato il cortile in punto di ritrovo, di aggregazione e socializzazione.

Tutto questo è nato circa quattro anni fa, quando alcuni condòmini si sono ritrovati nel parchetto sotto casa a discutere della loro giornata e da lì è nata l’idea di organizzare occasioni di ritrovo. Tra pizzate in cortile, spaghettate, gite di gruppo, in breve tempo il legame tra i condòmini è diventato sempre più stretto, fino a trasformarsi in un vero e proprio rapporto di amicizia e di fiducia, in cui ognuno può sempre contare sull’aiuto dell’altro.

Come accade ad esempio a Matteo Bertoluzzi : «Ho due bambini piccoli, ma quando stanno in cortile so che sono al sicuro, perché posso sempre contare sull’aiuto dei miei vicini di casa che dalla finestra possono controllare quello che accade».

Un caso come quello di via Ponchielli è più unico che raro, se si pensa che nella maggior parte dei condomìni, tra vicini di casa al massimo ci si saluta. Qui invece è stato addirittura acquistato di comune accordo un ping-pong in cortile, per ritrovarsi alle 19 di sera dopo il lavoro e sfidarsi fino all’ultimo a colpi di racchetta.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 27 settembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA