Giovedì 21 Agosto 2014

Lo schianto tragico di Brescia

Morta la bimba operata a Bergamo

Le due auto coinvolte nel tragico schianto a Verolanuova (www.giornaledibrescia.it)

Non ce l’ha fatta la bambina di sei anni coinvolta mercoledì sera in un grave incidente in provincia di Brescia e trasportata all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, unica struttura di riferimento in Lombardia per il trauma pediatrico grave.

L’accertamento di morte -spiega l’ospedale in un comunicato - si è concluso alle 19.30 di giovedì, ma, come vuole la legge, l’ora del decesso è da far risalire all’inizio della procedura, che dura 6 ore e che era iniziata alle 13.30, dopo che i medici avevano riscontrato l’assenza di qualunque attività elettrica cerebrale.

La piccola bimba cremonese era stata stata operata subito, nella serata di mercoledì 20 agosto: un delicato intervento chirurgico per ridurre il politrauma toracico causato dallo schianto nel quale aveva riportato numerosi i traumi al torace e all’addome, con una grave emorragia interna.

Le sue condizioni sono rimaste gravissime anche dopo l’operazione e il ricovero nel reparto di Rianimazione dell’ospedale bergamasco.

L’incidente era avvenuto nel pomeriggio di mercoledì 20 agosto, causato da un giovane automobilista che stava probabilmente scappando a folle velocità a bordo dell’auto che aveva appena rubato. Questa la prima ipotesi in merito all’incidente avvenuto a Verolanuova, nel Bresciano, nel quale avevano già perso la vita un bambino di 11 anni, fratello della bimba deceduta al Papa Giovanni, e il 19enne di origini romene che era al volante dell’auto che si è scontrata frontalmente contro la vettura sulla quale viaggiava la famiglia cremonese.

© riproduzione riservata