Lotta alla droga in scuole e discoteche Più controlli nelle zone calde della città

Lotta alla droga in scuole e discoteche
Più controlli nelle zone calde della città

La situazione della sicurezza pubblica in città è stata al centro, martedì 3 novembre, della riunione tecnica delle forze di polizia presieduta dal prefetto Ferrandino ed alla quale è stato invitato a partecipare il sindaco Gori.

Nel corso della riunione, alla quale ha preso parte anche il vicesindaco Gandi, è stato svolto un approfondito esame dei dati concernenti i reati che incidono sulla percezione di sicurezza dei cittadini.

Il raffronto tra i primi dieci mesi del 2014 con quelli del 2015 - si legge nel comunicato della Prefettura - ha confermato la fotografia della realtà cittadina ed anche della provincia nel suo complesso (tenuta costantemente sotto controllo nel corso degli ultimi due anni), che vede una significativa flessione dei delitti in generale, non solo con riferimento ai furti in abitazione, ma anche con riguardo alle fattispecie dei furti in generale (furti in esercizi commerciali) ed alle rapine.

Tuttavia, l’attenzione dei responsabili della sicurezza si è focalizzata, in particolare, sull’analisi dei recenti, gravi episodi che nei giorni scorsi hanno riguardato: il bar «Lunapiena», ex Socraf, di via Moroni, dove, nella serata del 31 ottobre, è stato accoltellato a morte Diouf Pape Amadou e la tabaccheria di via Carnovali, dove, nella giornata del 1° novembre, il titolare è stato rapinato e violentemente percosso.

Per quanto riguarda il bar «Lunapiena», il questore Fabiano ha confermato di aver notificato il provvedimento di rigore adottato nei confronti del titolare del bar, che ne dispone la sospensione per quattro mesi.

Al centro della riunione anche il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, oggetto di mirata attività di contrasto attraverso specifici servizi svolti dalle forze di polizia. Al riguardo: sono state confermate le linee operative di contrasto dello spaccio di stupefacenti all’esterno delle scuole, concordate nella riunione tecnica di coordinamento delle forze di polizia svoltasi in Prefettura in occasione dell’inizio dell’anno scolastico; è stata disposta un’ulteriore intensificazione delle attività di contrasto a tale fenomeno nelle zone della città ritenute particolarmente esposte ed in prossimità delle discoteche.

I responsabili della sicurezza, d’intesa con il sindaco e il vicesindaco, hanno esaminato anche la situazione delle seguenti aree della città, sempre, costantemente monitorate: quartieri Clementina e Boccaleone: per tali zone il Consesso ha concordato, all’unanimità, la prosecuzione sia dei servizi di controllo, anche con riferimento alle attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, sia delle attività di analisi e monitoraggio svolte dal tavolo tecnico, operativo da tempo in Questura ed al quale partecipa anche un rappresentante del Comune di Bergamo; stazione ferroviaria, stazione Autolinee, via Bonomelli e zona scalo merci (Malpensata): nel mese di ottobre, oltre alle attività di controllo ordinariamente disposte, si sono svolti ulteriori mirati servizi presso l’area della Stazione ferroviaria ed Autolinee, sempre con riferimento al contrasto dello spaccio di stupefacenti. I servizi di controllo continueranno ad essere svolti, sotto il coordinamento del questore, con il concorso della polizia locale e con l’impiego della stazione mobile dell’Arma dei carabinieri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA