Giovedì 05 Giugno 2014

L’Udc: «Cetto La Qualunque? Assomiglia semmai a Gori»

Cetto La Qualunque

«Visto il bilancio estremamente positivo di Atb (reso pubblico ieri, mentre Gori era impegnato ad accogliere Pisapia) riteniamo che questa proposta possa essere una vera boccata d’ossigeno per i negozi di quartiere che soffrono a scapito dei centri commerciali e possa aiutare a proteggere l’ambiente limitando il traffico cittadino e cercando di risolvere parzialmente il problema parcheggi in città. Che Gori non conosce in quanto solito parcheggiare il suo Suv nel posto riservato ai disabili», scrive la segreteria dell’Udc

«Chi ci conosce sa che non siamo inclini a polemiche gratuite e cerchiamo sempre di essere propositivi, ma vista la risposta di Gori non possiamo che constatare che lo stesso Gori conosca a fondo i vizi di Cetto la Qualunque, protagonista del film di Albanese incentrato su malcostume dell’evasione e dell’abuso edilizio».

«A nostro parere, a seguito dell’abuso edilizio, appunto, della sua seconda villa in Città Alta, l’evasione dell’Imu e le irregolarità nel pagamento della Tares oltre che il parcheggio del suo Audi Q7 nel posto riservato ai disabili, le somiglianze con Cetto la Qualunque corrispondono di più allo stesso Giorgio Gori».

© riproduzione riservata