Martedì 26 Agosto 2014

Meno movimenti ma più merci

Orio, mese record per i voli cargo

Luglio mese record per le merci transitate dall’Aeroporto di Orio al Serio, con un totale di 13.102 tonnellate. Lo scalo bergamasco registra una forte ripresa delle movimentazioni rispetto a luglio 2013, quando la pure consistente attività produsse 10.700 tonnellate.

L’incremento considerevole del 22,4% è un indice significativo del valore di produttività raggiunto dallo scalo bergamasco, che rafforza il proprio ruolo nel comparto logistico a fianco degli aeroporti di Roma Fiumicino e Milano Malpensa.

Grazie a questo risultato, il totale complessivo delle merci nei primi sette mesi del 2014 (67mila tonnellate) arriva a pareggiare sostanzialmente quelle movimentate nello stesso periodo del 2013 e compensa il vuoto di attività dovuto ai 20 giorni di chiusura per rifacimento della pista di volo (13 maggio-1 giugno 2014).

Nella tabella storica dei mesi di luglio, il dato del 2014 corrisponde alla maggiore quantità di merce movimentata di sempre. Nella storia dell’Aeroporto di Orio al Serio il dato delle merci movimentate nel mese di luglio 2014 risulta anche il secondo di sempre dopo quello registrato nel marzo 2006.

La merce esportata è incrementata del +21% e anche l’import, dopo un periodo caratterizzato da andamento altalenante, è tornato a crescere in modo deciso con un +24%. La merce movimentata da/per destinazioni extra Unione Europea è cresciuta del +74%. Le destinazioni extra UE che hanno registrato i maggiori volumi di merce sono state Bahrain, Tel Aviv e Hong Kong. In crescita anche la merce diretta

verso gli scali Europei di Lipsia, Colonia, Parigi, Brussels e East Midlands.

Il trasporto delle merci aeree viene effettuato con aeromobili di nuova generazione, di medio e lungo raggio, come i capienti Boeing 767/300ERF, che viaggiano a pieno carico contribuendo ad ottimizzare il numero dei movimenti aerei del segmento cargo. Il totale dei movimenti aerei sull’Aeroporto di Orio al Serio nel mese di luglio 2014 risulta in diminuzione del 3% rispetto a luglio 2013.

© riproduzione riservata