Venerdì 06 Dicembre 2013

Meteo: «Xaver» avrà effetti limitati

Weekend freddo, poi bel tempo stabile

Sole e bel tempo

«Gli effetti della tempesta Xaver che spazza con venti fino a 150 km/h il Nord Europa saranno piuttosto limitati sulla nostra Penisola e l’Italia sarà solo sfiorata dalla colata di aria gelida che attraverserà l’Europa».

Lo dice in una nota il meteorologo di 3bmeteo.com Francesco Nucera che aggiunge :«Le Alpi si comportano in questi casi come una vera e propria barriera deviando le forti perturbazioni verso il Mar Nero».

Avremo un generale calo delle temperature, un rinforzo del vento di Tramontana ma scarsi saranno gli effetti in termini di pioggia o neve. Il freddo si farà sentire soprattutto durante le ore notturne con gelate non solo in montagna ma anche su valli e zone pianeggianti del Centro Nord.

«Da lunedì arriverà un super anticiclone ed invaderà mezza Europa, Italia compresa - dice Nucera. L’aria mite che lo alimenterà raggiungerà addirittura Baltico e Scandinavia tanto che nel giro di qualche giorno il rigido quadro invernale su questi Paesi si ribalterà completamente. Anche l’Italia, dopo le recenti ondate di maltempo, sperimenterà un periodo stabile e soleggiato».

L’esperto di 3bmeteo.com però mette in guardia. «Non siamo in estate ed un anticiclone in inverno è sinonimo di nebbie in pianura anche persistenti di giorno. Il freddo sarà piuttosto umido nelle zone di pianura mentre nelle aree libere dalla nebbie, come coste e monti, si potrà vivere un periodo mite».

Riaffiora lo spettro degli anni 90 quando l’alta pressione metteva radici sul Mediterraneo portando inverni anonimi senza pioggia e neve. «Non è dato di sapere quando avrà fine dice il meteorologo; anche se le correnti fredde dirette verso i Balcani e la Turchia inizieranno dalla prossima settimana un lento lavoro di erosione sul bordo orientale. Non si esclude un interessamento del Sud Italia da parte degli impulsi polari».

© riproduzione riservata