Nepal, il papà racconta la telefonata «Fiorella mi ha chiamato: sta bene»

Nepal, il papà racconta la telefonata
«Fiorella mi ha chiamato: sta bene»

«Fiorella ha appena chiamato a casa, sta bene: è a Kathmandu non è riuscita a chiamarci prima perchè lì è tutto distrutto». Lo annuncia il papà della 37enne con grande sollievo.

«Lì è tutto distrutto, ma ha già prenotato il volo per rientrare in Italia, dovrebbe arrivare martedì: mi ha telefonato intorno alle 10.50 e per prima cosa mi ha detto “Papà, sto bene, qui è un disastro, uno sfacelo: non sono riuscita a collegarmi prima: è tutto distrutto». Racconta Gianni Fracassetti, commosso per aver sentito la voce di sua figlia, dopo una notte di disperazione e preoccupazione.

«Dal giorno del sisma non avevamo ricevuto più notizie - continua Gianni Fracassetti -. Fiorella al telefono piangeva, e io insieme a lei. Mi ha detto che la situazione è terribile: al momento del sisma era con una famiglia nepalese: la casa dove si trovavano è andata completamente distrutta».

Fiorella Fracassetti, foto tratta da Fb

Fiorella Fracassetti, foto tratta da Fb

Ora Fiorella torna a casa: «Se non le spostano il volo, parte martedì. Mi ha detto: “Deo andare via, qui le scosse continuano, la situazione è grave”. E mi ha raccontato che le ore passano tra il dolore e la paura. Anche Fiorella sta scavando, spostando detriti e sta aiutando i soccorritori».

In Nepal da settembre, Fiorella si è lasciata alle spalle una carriera da pubblicitaria per iniziare un nuovo percorso umano e professionale. Da via Curie, a dare l’allarme erano stati nei giorni scorsi i genitori della ragazza che avevano allertato la Farnesina segnalando che la figlia si trovava a Kathmandu.

Fiorella Fracassetti

Fiorella Fracassetti

Dopo la laurea in Scienza delle comunicazioni all’Accademia di Brera, la bergamasca ha lavorato come copywriter per alcune delle più note aziende italiane: nel suo curriculum figurano clienti come Repubblica, Espresso, Coop, Findus, Tribe by Breil, Sky, Cameo, Emirates, Iveco, La Gardenia e pure lo spot dei Pavesini con la testimonial Federica Pellegrini. Ha lavorato per agenzie come Lowe Pirella, Red Cell, 1861 United, Headline adv, Inadv e l’ultimo impiego è stato in Nadler Larimer & Martinelli. Ma quel lavoro negli ultimi tempi le stava stretto e così, come capita a molti, ha deciso di cambiare vita. Non tutti però hanno il coraggio di prendere una decisione così drastica come mollare tutto e partire per il Nepal.


Fabiana Tinaglia Giornalista de L'Eco di Bergamo

© RIPRODUZIONE RISERVATA