Domenica 15 Giugno 2014

Notte bianca e bagnata dello sport

Ma all StraWoman in 5 mila donne

La Strawoman a Bergamo
(Foto by Beppe Bedolis)

Più che bianca, è stata una Notte bagnata dello Sport. Il maltempo che da venerdì sera si è abbattuto su tutta la provincia, non si è placato neppure sabato sera e l’evento che ogni anno richiama migliaia di amanti di fitness, arti marziali, aerobica e discipline fisiche varie non è potuto andare in scena al meglio.

L’acquazzone non ha però fatto paura alle podiste in gonnella, o meglio in calzoncini. La StraWoman, come da scaletta, è partita alle 21: le appassionate di corsa, ma anche qualche neofita, sono scattate al termine del conto alla rovescia. E, contornate da tanti palloncini rosa, si sono battute nella competizione tutta al femminile.

Con ottimi numeri: sono infatti state cinquemila le donne di tutte le età che hanno corso 5 km attraverso le vie più suggestive della città, del centro storico, fino alla Città Alta. Grande energia e divertimento grazie alla frizzante conduzione di Francesco Nasti di Radio Viva FM e alla carica delle partecipanti, tutte con maglia rosa, che hanno potuto riunirsi, conoscersi, confrontarsi, e soprattutto correre assieme sotto le stelle e la pioggia.

Alle ore 21 la partenza: uno spettacolare fiume di maglie rosa si è riversata per la città, nonostante la forte pioggia che le ha accompagnate per tutto il percorso. La marcia è stata a ritmo libero, perciò ciascuna ha potuto scegliere la propria andatura. All’arrivo dal palco dopo il ristoro e il pasta party si sono svolte le premiazioni, con coppe e premi e gadget per tutti.

L’associazione sportiva Italia Runners ringrazia come sempre il Comune di Bergamo per il supporto, gli organizzatori della Notte Bianca dello Sport, gli sponsor, i partner e le associazioni che hanno reso possibile la manifestazione. Strawoman Tour prosegue con due date il 19/7 a Como e il 21/09 a Monza. A Bergamo la nuova edizione tornerà nel 2015.

Dalla pioggia si sono salvati alcuni altri sportivi che hanno approfittato del quadriportico del Sentierone per restare riparati: in sella, a ritmo di musica, in molti si sono allenati nello spinning, alcune bambine hanno ballato, alcune altre si sono esibite in ginnastica artistica. Desolato, purtroppo, il resto del centro fino a piazza Matteotti dove, da programma, i bergamaschi avrebbe dovuto assistere a dimostrazioni di tennis, roller, scherma, boxe, difesa personale femminile, fitness, rugby, tiro con l’arco, discipline orientali, balli caraibici, ginnastica artistica, danza, basket, orienteering, mountainboard e molto altro ancora. Tanti appassionati, hanno voluto partecipare comunque alla Notte bianca dello sport 2014, ma il numero dei partecipanti non ha raggiunto le 50 mila unità del 2013.

© riproduzione riservata