Domenica 26 Gennaio 2014

Novità sugli impianti termici:

ci sono nuove regole antismog

Fumo dal camino di un tetto

Novità sugli impianti termici, con l’ultima delibera sul tema approvata da Regione Lombardia nei giorni scorsi. L’obiettivo è regolamentare gli impianti fino ad oggi non soggetti a controlli specifici, non solo durante la stagione invernale (inserendo ad esempio gli impianti per il riscaldamento a biomassa) ma anche durante la stagione estiva, con l’obbligo di regolamentazione per gli impianti di climatizzazione di potenza superiore ai 12 kW.

Altro obiettivo della delibera di Giunta, semplificare l’individuazione degli impianti esistenti, dotandoli di una targa identificativa, per velocizzare le operazioni di manutenzione e ispezione. Un intervento finalizzato anche alla creazione di un database del patrimonio impiantistico presente sul territorio regionale, per meglio monitorare la qualità dell’aria e la diffusione degli impianti a fonte di energia rinnovabile.

Tra i nuovi impianti inseriti con la delibera ci sono gli apparecchi a biomassa installati in modo fisso e gli impianti per la climatizzazione estiva di potenza superiore a 12 kW. Sono quindi le stufe, caminetti chiusi ed apparecchi ad energia radiante che precedentemente da soli non venivano considerati impianti. In questo caso la potenza (o la somma delle potenze degli apparecchi installati a servizio della singola unità immobiliare) deve essere superiore a 5 kW.

Elemento di novità è il pieno coinvolgimento degli impianti a biomassa legnosa a partire dalla prossima stagione termica. Rientrano a pieno titolo nella categoria «impianti termici» gli impianti a pompa di calore (anche nel caso in cui siano utilizzati soltanto ai fini del riscaldamento) che abbiano una potenza superiore a 12 kW, gli impianti destinati alla climatizzazione estiva che abbiano una potenza superiore a 12 kW (non ci si riferisce ai semplici condizionatori da appartamento, ma a sistemi di climatizzazione più complessi).

© riproduzione riservata