Giovedì 10 Aprile 2014

Nuvola ricomincia una nuova vita

Il cane di Schena adottato a Castione

Il cane Nuvola

Due giorni due e Nuvola ricomincia una nuova vita. Da lunedì è l’immagine del canile di Colzate: la fotografia di questo ammasso di pelo grigionero è stata inserita in testa al profilo facebook del ricovero consortile per gli amici a quattro zampe che, per vari motivi, rimangono senza padrone. Lei un padrone nuovo l’ha già trovato, a Castione, per un periodo di prova.

Nuvola è approdata al canile dopo una storia dolorosissima. Chi ha cominciato a fare confidenza con il suo sguardo dolce, dalla pagina del social network, mai avrebbe immaginato la storia che forse, avesse la parola, potrebbe raccontare.

Nuvola è il cane di Isaia Schena, il trentasettenne di Cene da un mese nel carcere di via Gleno per aver ucciso Madalina Palade – l’uomo ha confessato la terribile verità –, la giovane romena di 27 anni uccisa nel container di Schena, sul monte Bue. Con questa cagnolona di cinquanta chili, un pastore del Caucaso puro, sul monte Bò (come viene chiamata in zona la località sopra Cene) vivevano altri due cani: un pastore bergamasco di quattro anni e uno più piccolo, che un parente di Schena ha tenuto con sé. Nuvola e l’altro animale sono rimasti sul monte Bò finché s’è riuscito, «ma con enormi sacrifici – spiega la responsabile del canile, l’infaticabile Rina Abbadini –. Dei due cani si prendeva cura la sorella di Isaia, che ogni giorno saliva da Bergamo dove abita per portare loro da mangiare».

Poi, con dispiacere – un grande rammarico che va a sommarsi alla devastazione di quanto successo a marzo lassù –, la donna ha bussato alla porta di Rina. Il pastore bergamasco è stato presto adottato. Nuvola prenderà la via della Presolana: «Una coppia di Castione s’è innamorata di lei e ora provano a portarla a casa» spiega Abbadini. Non sarà facile ricominciare: Nuvola è completamente cieca.

© riproduzione riservata