Pontida, la ruspa è già sul pratone La Lega bergamasca aspetta Salvini

Pontida, la ruspa è già sul pratone
La Lega bergamasca aspetta Salvini

Domenica 21 giugno è la volta dello show di Matteo Salvini a Pontida. E sarà ruspante.

Accanto all’immancabile maxi statua dell’Alberto da Giussano, quest’anno infatti debutterà il nuovo simbolo delle battaglie lumbard: un caterpillar vero (nel pratone o all’ingresso, ancora non si sa), omaggio agli slogan salviniani. Che è già arrivato sul pratone.

Si inizia in mattinata con un intrattenimento musicale dal vivo («nordico», dicono, perché nonostante la strizzatina d’occhio al Sud pizzica e tarantella non sono ancora state sdoganate), per dare poi il via alla carrellata degli ospiti. Dalle 11 alle 14,30 sul palco si alterneranno i big (da Bossi a Calderoli e Maroni, passando per il rieletto Zaia), con il gran finale di Salvini, che, forte dell’ascesa del movimento alle ultime elezioni, picchierà sui temi caldi, immigrazione in primis.


© RIPRODUZIONE RISERVATA