Quella Marsigliese ad una voce e i vergognosi fischi turchi ad Istanbul

Quella Marsigliese ad una voce
e i vergognosi fischi turchi ad Istanbul

A Londra tutti uniti a cantare l’inno francese, ma ad Istabul fischi e grida ad Allah nel minuto di silenzio.

La gradinata del (nuovo) Wembley che si colora con la bandiera francese, le parole della Marsigliese che scorrono sui tabelloni luminosi, inglesi e transalpini che cantano insieme a squarciagola l’inno di quel Paese così pesantemente colpito dalla follia omicida del terrorismo islamico. Momenti da brividi quelli di martedì sera a Londra, dove Inghilterra e Francia si sono incontrate in una partita amichevole, dove il risultato non contava davvero nulla. La prima partita dei transalpini dopo lo sventato massacro allo Stade de France di venerdì sera, un’occasione per i tifosi d’oltremanica di far sentire la propria vicinanza. Per la cronaca. il match è stato vinto dagli inglesi per 2-0, ma tutti ricorderanno questo emozionante inno francese cantato ad una sola voce.

Tutta un’altra musica, purtroppo, ad Istanbul, dove nel minuto di silenzio dedicato alle vittime del terrorismo di Parigi, dagli spalti si sono levati fischi e grida «Allah u akbar».

La partita è finita a reti inviolate, ma hanno perso davvero tutti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA