Greta e Vanessa   libere dopo 168 giorni «Italia, grande lavoro di squadra»

Greta e Vanessa libere dopo 168 giorni
«Italia, grande lavoro di squadra»

Conferma ufficiale da Palazzo Chigi alle voci sulla liberazione delle due volontarie rapite in Siria il 31 luglio.

La notizia rilanciata dai messaggi dissidenti sirani sui social network è stata confermata da Palazzo Chigi: Greta Ramelli e la bergamasca Vanessa Marzullo, le due volontarie rapite a fine luglio in Siria, sono state rilasciate.

Ecco il tweet ufficiale pubblicato dal governo italiano alle 18,19 del 15 gennaio. L’annuncio ha sciolto ogni dubbio sulle voci circolate nel pomeriggio su account e siti riconducibili ai ribelli siriani.

Un tweet di un canale della rete televisiva Al Jazeera aveva annunciato nel pomeriggio del 15 gennaio che le due giovani italiane rapite nel nord della Siria a fine luglio sono state liberate dall’ala siriana di Al Qaida: «Il fronte Al-Nusra libera le due donne italiane trattenute da inizio del mese ad Aleppo, in Siria».

Un video pubblicato su YouTube aveva fatto il giro della rete e dei social media il 31 dicembre: protagoniste proprio le due volontarie italiane.

Sarà il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, a quanto si apprende da fonti governative, ad aspettare nella notte tra giovedì e venerdì, all’aeroporto militare di Ciampino, il rientro in Italia delle due ragazze. «Greta e Vanessa libere, risultato di intenso lavoro di squadra dell’Italia». Così la Farnesina in un tweet.

Il presidente del Senato nell’esercizio delle funzioni del presidente della Repubblica, Pietro Grasso, ha accolto con grande soddisfazione e sollievo la notizia della liberazione delle due ragazze. Lo rende noto, in un comunicato, il Quirinale. «Il presidente Grasso – prosegue la nota – ha altresì espresso vivissimo apprezzamento per il costante e decisivo impegno che il Governo, l’Unità’ di Crisi della Farnesina e i Servizi di Informazione e Sicurezza hanno profuso al fine di ottenere questo importante risultato»

«L’annuncio da parte del ministro Boschi della liberazione di Vanessa Marzullo e Greta Ramelli ci ha dato una grande emozione. È una splendida notizia, che ci riempie di gioia, che va dedicata alla pace e alla convivenza tra i popoli» dichiara Antonio Misiani, deputato del Pd. «La felicità è doppia per noi bergamaschi, visto che Vanessa proviene dalla nostra terra. Un ringraziamento di cuore va al Governo italiano, alla nostra diplomazia e ai nostri servizi di intelligence per il lavoro instancabile con cui hanno perseguito e ottenuto questo grande risultato».

Messaggi di gioia si leggono anche nei profili Twitter del ministro dell’Interno Angelino Alfano e della presidente della Camera, Laura Boldrini e sulla pagina Facebook di Giacomo Stucchi, presidente Copasir


© RIPRODUZIONE RISERVATA