Domenica 30 Marzo 2014

Redditi: 20.783€ media provinciale

Autonomi, dichiarano più del doppio

Dichiarazione dei redditi

Oltre 16 miliardi di euro: è il tesoretto dichiarato l’anno scorso dai contribuenti bergamaschi per i redditi 2012. Un capitale non di poco conto, che, suddiviso tra le 773.073 dichiarazioni totali presentate al ministero delle Finanze dai contribuenti orobici, porta a una media di 20.783 euro pro capite, reddito che se da un lato è ben superiore al dato nazionale (che si attesta al di sotto dei 20mila euro a dichiarazione), è altrettanto inferiore alla media lombarda (23.320 euro).

L’analisi territoriale conferma che la nostra regione possiede il reddito medio complessivo più elevato, seguita dal Lazio (22.100 euro), mentre la Calabria è quella con il reddito medio più basso (14.170 euro). I dati qui riportati tengono ovviamente conto sia delle diverse voci di reddito contenute nelle dichiarazioni, sia del fatto che non di rado all’interno della stessa dichiarazione il contribuente può presentare più redditi diversi.

Solo per fare un possibile esempio, è il caso di un impiegato che, oltre al reddito da dipendente, può avere anche un reddito da fabbricato e, nel caso sia socio di una Snc, anche un reddito da partecipazione.

Per questi motivi, al dato del numero dei contribuenti nella Bergamasca (773.073), si affianca quello non meno importante riguardante il totale delle voci dei redditi (836.711) contenute nelle dichiarazioni.

Analizzando nel dettaglio le cifre fornite dal ministero delle Finanze e dell’Economia (Mef) riguardanti il nostro territorio, le più significative in termini assoluti riguardano i lavoratori dipendenti. Spetta a loro, infatti, sia il numero più elevato delle dichiarazioni presentate (423.089), sia l’ammontare complessivo dichiarato: ben oltre nove miliardi di euro (per la precisione: 9.333.325.320 euro), con una media di 22.059 euro a dipendente, ben superiore alla media nazionale (20.280). Chi invece brinda per la media più alta (45.406 euro di redditi a testa), sono i lavoratori autonomi, con un totale complessivo dichiarato da 14.543 soggetti di oltre 660 milioni di euro.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo di domenica 30 marzo

© riproduzione riservata