Martedì 17 Dicembre 2013

Rsa Villa San Mauro di Pontida

C’è l’accordo salva-dipendenti

La casa di cura Villa San Mauro di Pontida

Dopo l’allarme lanciato dalla Cgil e il vertice d’urgenza convocato l’11 dicembre dall’Asl, alla Rsa «Villa San Mauro» di Pontida dopo oltre tre ore di trattativa sono stati siglati due passaggi che permettono sonni tranquilli a tutti.

Da una parte si chiude il rapporto ormai turbolento tra la cooperativa «Aqua» - l’ultima appendice del legame tra la struttura bergamasca e la Fondazione Omnia di Viterbo che l’aveva progettata – e proprietà, la società «Casa di Cura San Giuseppe», che aveva assegnato alla coop l’appalto «global service» (cioè dagli addetti alla logistica e pulizie fino a infermieri e assistenti Os e Asa).

Dall’altra si è concordata l’assunzione dei lavoratori, entro il 20 dicembre, da parte di Axl spa, agenzia per il lavoro di Bonate Sotto, «che garantirà a tutti loro – spiega l’amministratore delegato Giovanni Foppa – ogni diritto contrattuale e-o retributivo maturato presso “Aqua”. L’agenzia subentrerà senza interruzioni lavorative».

La Cgil: «Abbiamo ottenuto una deroga migliorativa rispetto a quanto normalmente previsto per i contratti di somministrazione».

.

© riproduzione riservata