Mercoledì 24 Settembre 2014

Rubava in ospedale: soldi e identità

Bloccata una pregiudicata di 34 anni

Un'auto dei carabinieri

Entrava negli ospedali, anche quello di Bergamo, rubava borse e portafogli alle degenti e poi utilizzava i documenti di identità per affittare auto e accedere ai conti correnti delle vittime per prelevare del denaro. Fermata dai carabinieri di Vimercate, nei pressi del locale ospedale, E.P., pregiudicata di 34 anni residente in Veneto, è stata sottoposta a fermo per ricettazione e sostituzione di persona.

La donna è stata controllata mentre si trovava a bordo di un’auto risultata intestata ad una società di noleggio e affittata a nome di un’altra persona, in compagnia di un ventenne residente nella Provincia di Monza, denunciato a piede libero in concorso.

A bordo del veicolo, i carabinieri hanno trovato sei documenti di identità, una carta di credito e un assegno, rubati rispettivamente in ospedali di Bergamo, Milano, Magenta e Brescia. Le prime indagini dei militari hanno rivelato l’utilizzo che la 34enne faceva dei documenti rubati: affittava auto, apriva conti correnti a nome delle vittime o si recava direttamente nelle filiali di banca per prelevare denaro dai loro conti.

© riproduzione riservata