Domenica 17 Agosto 2014

Scaletta della funicolare ko

Resta chiusa: il muro è a rischio

La scaletta chiusa per il crollo del muro
(Foto by Yuri Colleoni)

«Il muro è ancora pericolante e potrebbe cedere di nuovo». L’allarme arriva direttamente da Marco Brembilla, assessore ai Lavori pubblici, che nei giorni scorsi ha effettuato un sopralluogo sulla salita della Scaletta, la zona interessata dal crollo di una parete di sassi.

Il cedimento si è verificato giovedì pomeriggio e ora il Comune sta cercando di capire quando la situazione potrà tornare alla normalità. Il muro, infatti, è di proprietà di alcuni privati, il giardino dei quali si affaccia proprio sul percorso che unisce viale Vittorio Emanuele a Città Alta. Il passaggio è stato ostruito dallo smottamento – circa quattro metri di cinta – e la strada, molto frequentata da turisti e studenti, è stata totalmente chiusa. All’ingresso della salita una recinzione, e un paio di cartelli, bloccano l’accesso.

«È un muro di contenimento alto circa due metri e mezzo a cui si appoggia un giardino, come se ne vedono tanti sui Colli – spiega Brembilla –. Abbiamo sbarrato il percorso perché persiste una situazione di pericolo. Peraltro c’è un fronte di un paio di metri ancora instabile e non è detto che non ceda. È importante che, per ora, non transiti nessuno». Sembra che la muraglia presentasse da qualche mese una convessità preoccupante. Le piogge insistenti di questi giorni hanno fatto il resto, infiltrandosi nella parete e determinando il crollo. Adesso bisogna capire quando inizieranno i lavori per mettere la zona in sicurezza. «La scaletta, oltre a essere molto bella, è anche molto usata (trovandosi a pochi passi dalla partenza della funicolare, viene percorsa da chi sale in Città Alta a piedi, ndr) – continua Brembilla – vogliamo riaprirla al più presto».

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 17 agosto

© riproduzione riservata