Scanzorosciate, minacciata col coltello Pugni in volto, pensionata rapinata
La zona dove ieri è stata rapinata la pensionata (Foto by Fotoberg)

Scanzorosciate, minacciata col coltello
Pugni in volto, pensionata rapinata

L’hanno aspettata per strada, l’hanno minacciata con un coltello, le hanno sferrato due pugni in pieno viso e si sono poi dileguati a piedi con la sua borsetta. Vittima della rapina, avvenuta nel primo pomeriggio di giovedì, una pensionata che vive alla Tribulina di Scanzorosciate.

L’episodio un quarto d’ora dopo le 15 di giovedì 8 gennaio, in via Valle Gavarnia, non lontano dalla palazzina dove la pensionata vive. La donna si trovava da sola in strada, quando è stata avvicinata da due malviventi, probabilmente nordafricani: uno impugnava un coltello.

Il colpo è durato una manciata di minuti: la pensionata è infatti stata tramortita con due pugni diretti in viso, che l’hanno fatta cadere a terra. A quel punto si è soltanto accorta che l’altro rapinatore, quello non armato, le strappava la borsetta, dentro la quale teneva il portafoglio con i soldi, gli effetti personali e le chiavi di casa. I due malviventi si sono dileguati a piedi: la vittima è stata notata poco dopo a terra da alcuni passanti, che l’hanno soccorsa e dato l’allarme. In via Valle Gavarnia sono giunte le pattuglie dei carabinieri, che hanno subito avviato le ricerche dei due rapinatori.

La donna ha riportato lividi al volto per i pugni subiti e qualche ecchimosi per la caduta a terra. Dopo un controllo in ospedale, è stata dimessa. L’episodio non ha mancato di destare preoccupazione nella zona: il complesso residenziale dove vive la pensionata è infatti piuttosto grande e vi abitano numerose famiglie.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 9 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA