Scout disperso sul Resegone Trovato dopo ore d’ansia: sta bene

Scout disperso sul Resegone
Trovato dopo ore d’ansia: sta bene

Ore d’ansia per un giovanissimo scout di Bergamo che domenica 28 dicembre si era perso dal gruppo con cui stava compiendo un’escursione sul Resegone. Ma per fortuna tutto è andato per il meglio e il ragazzo in serata ha potuto riabbracciare gli amici e i genitori

Il giovane, 18 anni, degli scout di Bergamo - Santa Lucia, era partito ieri mattina con una decina di altri amici del Clan e due capi scout per un campo mobile da Fuipiano Valle Imagna, dov’erano stati accompagnati in macchina. Da lì si erano incamminati lungo il sentiero Cai 571 per salire sul Resegone. Nel primo pomeriggio hanno iniziato a scendere in direzione Brumano, dove era previsto il pernotto nell’ex chiesetta ora adibita a sala civica del piccolo paese valdimagnino.

Il gruppetto si è incamminato, mentre il diciottenne con uno dei due capi, era rimasto staccato per via di qualche difficoltà del ragazzo. A un certo punto il gruppetto avrebbe sbagliato sentiero, sarebbe andato avanti in direzione Morterone, sul versante lecchese del Resegone, per poi tornare sui suoi passi e imboccare quello giusto. La capo scout che era con il ragazzo ha deciso di andare un po’ avanti per capire dove fossero andati gli altri. Ha detto al 18enne di aspettarla, ma al suo ritorno il ragazzo era sparito. In allerta le squadre del Soccorso alpino VI delegazione orobica di Valle Imagna e Val Brembana, con una ventina di uomini e campo base allestito in municipio a Brumano.

Il ragazzo aveva ripercorso a ritroso il sentiero da cui erano saliti la mattina ed era sceso a Fuipiano. Lì, ha suonato il campanello di una casa, ha chiesto di poter fare una chiamata e tutto si è risolto.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 29 dicembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA