Sosta selvaggia, multe sulle Mura L’assessore ai giovani: andate a piedi

Sosta selvaggia, multe sulle Mura
L’assessore ai giovani: andate a piedi

È arrivata una pioggia di multe a Sant’Agostino. Anche la stagione 2015 agli spalti di Città alta è stata inaugurata con una serie di verbali staccati dalla polizia locale.

Sono almeno una quarantina quelli appioppati nella serata di giovedì. Nel mirino dei vigili non solo auto, parcheggiate selvaggiamente – nel poco margine che c’è tra la staccionata del prato della Fara e la carreggiata – ma anche parecchi motorini.

La polemica si è subito accesa anche sui social network, con decine di lamentele dei giovani avventori. Tra loro ci sono anche dei consiglieri comunali, come Andrea Tremaglia (Fratelli d’Italia) che per risolvere (almeno in parte) il problema della sosta selvaggia, all’amministrazione chiede di dedicare una parte del piazzale ai motorini.

Un primo sì, ma non immediato, per la sera e per i weekend, arriva proprio dall’assessore Zenoni, che sul suo blog scrive: «Causa lavori alla chiesa e al chiostro, la situazione del piazzale è caotica – spiega –. La sera e nel week end sarà a breve a disposizione per gli scooter, come l’anno scorso». Per il resto si valuterà.

Almeno per la stagione 2015 interventi strutturali non ci saranno. La strada per evitare sanzioni la indica l’assessore Zenoni: «Se non trovi posto, prova a spostarti più lontano e fai un pezzo a piedi – scrive chiaro e tondo rivolgendosi agli avventori degli estivi–. Oppure sali a piedi direttamente, che è meglio ancora, soprattutto se sei giovane e in buona salute».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 20 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA