Martedì 18 Ottobre 2011

Sottopassi, qualcosa si muove
Le Ferrovie al lavoro a Ciserano

I lavori di impermeabilizzazione del sottopasso ferroviario a Ciserano in via Arcene sono partiti. Notizia attesa da tempo dal Comune che negli ultimi due anni ha più volte sollecitato Rfi (Rete ferroviaria italiana) ad intervenire per la sistemazione del sottopasso realizzato nel 2005 nell'ambito del raddoppio della linea ferroviaria Bergamo-Treviglio ovest.

Il problema sono le infiltrazioni dovute all'innalzamento della falda acquifera e anche a un vicino canale irriguo. Preoccupato che potessero minare la stabilità del sottopasso nel 2009 il sindaco Enea Bagini era arrivato a minacciare che se Rfi non fosse intervenuta avrebbe emesso un'ordinanza per la sua chiusura con invio di una segnalazione alla Procura. Ora dopo due anni di sopralluoghi, lettere e riunioni i lavori sono finalmente partiti e si concluderanno, salvo imprevisti, a fine dicembre: fino a questa data il sottopasso rimarrà chiuso al traffico. Non potranno utilizzarlo nemmeno ciclisti e pedoni.

Il sottopasso di Ciserano non è l'unica infrastruttura connessa al raddoppio della linea ferroviaria con dei problemi. Dal 2005 a oggi hanno più volte sollecitato l'intervento di Rfi anche Levate, Verdellino e Verdello.
Qualcosa anche qui si sta muovendo. Giovedì scorso i tecnici di Rfi hanno fatto un sopralluogo al sottopasso di Verdello mai aperto.

È invece ormai ai nastri di partenza a Levate la costruzione del parcheggio da 159 posti auto della fermata ferroviaria. Nessuna novità invece per Verdellino.

Leggi di più su L'Eco in edicola martedì 18 ottobre

a.ceresoli

© riproduzione riservata