Stazione, la fontana resta a secco Il Comune: giovedì pulizia, poi  riapre

Stazione, la fontana resta a secco
Il Comune: giovedì pulizia, poi riapre

«Uno spettacolo schifoso e una puzza orribile: questa è l’accoglienza che vogliamo riservare a quanti arrivano in stazione a Bergamo?», domanda Andrea Tremaglia, capogruppo di Fratelli d’Italia, parlando delle condizioni della fontana in piazzale Marconi. E il Comune risponde: domani, giovedì 11 giugno, ci saranno le operazioni di pulizia per riaprire la fontana.

«La fontana – scrive Tremaglia in una nota del 10 giugno, alla quale sono allegate alcune fotografie – è vuota e c’è una strana patina verdastra, suppongo i residui dell’acqua o di quello che evidentemente nell’acqua era contenuto: dopo le piantine officinali nelle aiuole di design della Lobo, forse Gori ha deciso che in piazzale Marconi si coltiveranno anche le alghe?»

La fontana senza acqua

La fontana senza acqua

«Spero e credo che il Comune intervenga rapidamente, ma nel corso della giornata diversi amici pendolari si sono rivolti a me per segnalarmi le condizioni della fontana; vorrei quindi sapere come mai la fontana è ridotta così e capire anche se e quando sarà riaperta l’acqua».

«Capisco la spending review – conclude Tremaglia – ma confido che almeno i soldi per pulire una fontana in una piazza così centrale e tenervi dell’acqua corrente il Comune li possa trovare».

Da Palazzo Frizzoni spiegano che «la situazione segnalata dal consigliere Andrea Tremaglia, circa la fontana di piazzale Marconi, è già stata presa in carico dagli uffici del Comune di Bergamo. Nella giornata di domani - 11 giugno - il personale della società Aprica effettuerà la pulizia della fontana, preliminare alla riapertura dell’acqua, che avverrà ad operazioni di pulizia completate».


© RIPRODUZIONE RISERVATA