Lunedì 10 Febbraio 2014

Stazione, rubano fili di rame

E due treni restano fermi

Treni fermi
(Foto by Colleoni Foto)

Due treni fermi a un centinaio di metri dalla stazione di Bergamo e una spiegazione che arriva ai viaggiatori come se fosse una barzelletta: «Ci spiace, si sono fregati i cavi di rame, il treno non si può più muovere».

L’unica nota positiva è che il furto è avvenuto alle 22 di una domenica, non in un’ora di punta di un giorno feriale con le carrozze stracolme di pendolari già furibondi per ritardi, sporcizia & co. Per il resto, ieri sera, si è assistito a scene di rabbia e tentativi di fuga dei passeggeri fermi all’altezza della biblioteca Tiraboschi.

«Vediamo la stazione, siamo praticamente arrivati ma non ci lasciano scendere – spiega una ragazza residente in città che ha preso il regionale 2637 partito alle 21,10 da Milano Centrale e dato in arrivo a Bergamo alle 21,58 –. Il treno era già in ritardo di 10 minuti, poi verso le 22 ci siamo fermati e il controllore ci ha detto che qualcuno aveva rubato i cavi di rame dai binari ed era pericoloso proseguire. Ci ha detto che avrebbero chiamato i tecnici dell’Enel da Verdello per ripristinare la corrente, ma sono le 23 e non si è visto ancora nessuno».

Oltre al Milano Centrale-Bergamo è stato bloccato anche il Milano Porta Garibaldi-Bergamo in arrivo alle 22,38, per un totale di 120 passeggeri. I ladri hanno tranciato, su entrambe le linee ferroviarie, 8 metri di cavi di rame fatti a treccia che non hanno un alto voltaggio, ma da cui passano tutte le informazioni codificate senza le quali il treno non può marciare: dai regolatori della velocità ai sistemi di sicurezza.

Nella notte la linea è stata ristabilita e questa mattina i treni sono partiti regolarmente.

In un comunicato Rfi afferna che «sono intervenute le squadre tecniche di Rfi e la circolazione è stata fortemente rallentata dalle 21.35 all’una. Cinque treni regionali hanno registrato ritardi dalle due alle

tre ore. In questi casi in attesa del ripristino della linea, l’adozione di specifici protocolli consente ai treni di viaggiare, pur rallentati, in totale sicurezza».

© riproduzione riservata