Martedì 04 Settembre 2012

Un aiuto per i malati dell'Hospice
Una Panda per le cure domiciliari

È stata ufficializzata la consegna agli Ospedali Riuniti di Bergamo di una Fiat Panda, che la Fondazione Credito Bergamasco ha donato all‘Associazione Cure Palliative, la quale ha scelto di metterla a disposizione dell'Hospice di Borgo Palazzo.

La macchina verrà utilizzata per gli spostamenti di medici e infermieri sul territorio di Bergamo e provincia, necessari a garantire l'assistenza domiciliare ai malati di cancro. Un'attività che ogni giorno coinvolge dagli 8 ai 10 pazienti, ai quali viene data la possibilità di trascorrere a casa le ultime settimane di vita, sorretti dall'affetto dei loro cari, senza rinunciare all'assistenza specialistica che avrebbero avuto in Hospice.

La vettura si aggiunge a quella già in dotazione all'équipe di Borgo Palazzo e consentirà una più agevole organizzazione degli spostamenti di medici e infermieri, stabiliti giorno per giorno in base al briefing telefonico tenuto direttamente con le famiglie dei malati.

L'ospedalizzazione domiciliare è iniziata nel novembre 2008 ed è finanziata dalla Regione Lombardia con un fondo dedicato. Interessa ogni anno circa 130 pazienti oncologici, che possono contare su un'assistenza specialistica a disposizione 24 ore sui 24 senza spostarsi da casa. Un traguardo importante per chi soffre, raggiunto anche grazie all'Associazione Cure Palliative, che da quando ha promosso la nascita dell'Hospice di Borgo Palazzo, è accanto agli Ospedali Riuniti, sostenendo l'attività di personale specializzato. Una partnership che oggi vede aggiungersi un terzo soggetto, anch'esso storicamente vicino agli Ospedali Riuniti e all'ACP: la Fondazione Credito Bergamasco, che ha finanziato l'acquisto della Panda.

«Questa nuova donazione dimostra la storica vicinanza dell'Associazione Cure Palliative e della Fondazione Credito Bergamasco al nostro ospedale e la comune volontà di migliorare la qualità delle cure e dell'assistenza ai malati in fase avanzata e alle loro famiglie - ha sottolineato Laura Chiappa, direttore sanitario degli Ospedali Riuniti -. In particolare il sostegno offerto con questa donazione da queste due realtà ci consentirà di migliorare gli aspetti logistici sottesi all'organizzazione delle cure domiciliari, tra le caratteristiche che fanno del nostro ospedale una struttura all'avanguardia nel panorama italiano delle cure palliative».

«Siamo molto soddisfatti di questa donazione transitata dalla nostra associazione grazie al versamento della Fondazione Credito Bergamasco per due motivi: il primo è il concreto esempio di continuità nella collaborazione fra l'associazione, il Credito Bergamasco e gli Ospedali Riuniti al servizio del miglioramento della qualità di cura e assistenza – ha commentato Arnaldo Minetti, presidente Associazione Cure Palliative -. Il secondo è concretizzato dall'oggetto della donazione e cioè una vettura che consente di potenziare l'Ospedalizzazione Domiciliare Cure Palliative con la qualificata équipe dell'Hospice che si reca al domicilio dei malati in fase avanzata». «Con la donazione di un'unità operativa mobile a favore dell'Associazione Cure Palliative di Bergamo, la Fondazione Credito Bergamasco sostiene – ancora una volta in maniera tangibile ed immediata – le meritorie attività realizzate dall'équipe dell'Hospice di Borgo Palazzo – ha spiegato Angelo Piazzoli, Segretario Generale Credito Bergamasco S.p.A. e Fondazione Credito Bergamasco -. Tale intervento si innesta nel solco dei valori ispiratori che orientano l'attività benefica del Credito Bergamasco e della sua Fondazione, quale ulteriore testimonianza della storica vicinanza nei confronti dell'Associazione Cure Palliative e del forte legame intessuto con l'Hospice e con i suoi operatori, insostituibili per qualità professionali e umane».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata