Domenica 02 Febbraio 2014

Un kit per le rapine in villa

Presi in strada a Villa d’Almè

Gli oggetti sequestrati dai carabinieri di Villa d’Almè

Cosa volessero fare, ai carabinieri non l’hanno ovviamente detto. Ma quello che i militari della stazione di Villa d’Almè hanno trovato loro addosso fa pensare a una rapina, forse addirittura in una villa.

Tre persone, due napoletani e un bergamasco, sono stati intercettati venerdì sera 31 gennaio dai militari a Valbrembo, mentre si aggiravano in via Puccini con una serie di accessori e oggetti da far rizzare i capelli ai carabinieri: due passamontagna, due pistole a salve (ma senza tappino rosso), quattro fumogeni, una bomboletta di spray urticante, quattro rotoli di scotch da pacchi e un sacchetto di cambrette, i chiodi a «U» solitamente gettati in strada per bucare le gomme delle auto inseguitrici durante gli inseguimenti.

Cosa volevano fare? Una rapina ai danni di qualcuno? Gli arnesi trovati dai carabinieri lo fanno pensare. Ma a chi? Su questo fronte i militari stanno cercando di fare degli approfondimenti per capire le potenziali vittime. Fatto sta che il loro intervento preventivo si è rivelato provvidenziale: anche se nei confronti dei tre è scattata la semplice denuncia e non l’arresto (sono accusati di travisamento e porto abusivo di armi), il fatto che siano stati intercettati prima che potessero compiere qualunque cosa ha di fatto impedito loro di agire. Ovviamente il loro «kit» è stato posto sotto sequestro dai militari.

© riproduzione riservata