Vaccini anti Covid, 350 mila dosi agli under 30 in 7 giorni: il triplo dei 50-69enni

Vaccini anti Covid, 350 mila dosi agli under 30 in 7 giorni: il triplo dei 50-69enni

La campagna nazionale. In attesa di capire, la prossima settimana, che effetto avrà avuto il decreto che rende obbligatorio dal 6 agosto il green pass per accedere a tutta una serie di attività e servizi, il dato che comunque già si ricava guardando le tabelle relative all’ultima settimana in Italia è che a spingere la campagna vaccinale sono i giovani.

Nell’ultima settimana in Italia sono stati vaccinati con la prima dose o la dose unica (perché hanno già avuto il Covid) quasi 350 mila under 30, 118 mila dei quali giovanissimi tra i 12 e i 19 anni. Il dato si ricava dall’ultimo report del governo aggiornato a venerdì 23 luglio dal quale emerge che le vaccinazioni tra i più giovani crescono a un ritmo triplo rispetto a quelle degli adulti tra i 50 e i 69 anni i cui vaccinati negli ultimi sette giorni sono stati 124 mila.

In attesa di capire, la prossima settimana, che effetto avrà avuto il decreto che rende obbligatorio dal 6 agosto il green pass per accedere a tutta una serie di attività e servizi , il dato che comunque già si ricava guardando le tabelle relative all’ultima settimana è che a spingere la campagna vaccinale sono i giovani. Nella fascia 12-19, per la quale è autorizzato solo il vaccino di Pfizer, sono 1.232.932 i ragazzi che hanno fatto la prima dose o la dose unica, 117.788 in più rispetto a 7 giorni prima. Tra i 20 e i 29 anni - ai quali è stato somministrato Pfizer, Moderna e anche Johnson & Johnson - l’incremento nell’ultima settimana è di 231.180. Tra i 12 e i 29 anni, dunque, hanno fatto la prima dose o la dose unica in 348.968.

Numeri ben più bassi, invece, tra i 50-59enni e tra i 60-69enni, classi di età nelle quali ci sono ancora complessivamente quasi 3,8 milioni di cittadini che non hanno fatto neanche la prima dose. Nell’ultima settimana i 50-59enni che hanno fatto la prima dose o la dose unica sono complessivamente 78.236 mentre nella fascia 60-69 sono 45.652, per un totale di poco meno di 124 mila.


© RIPRODUZIONE RISERVATA