Lunedì 27 Gennaio 2014

Bracca, vandali nella notte:

sparita l’aquila dei Caduti

Il monumento dedicato ai Caduti di Bracca senza l’aquila

Il monumento ai Caduti di Bracca è stato preso di mira, nella notte tra sabato 25 e domenica 26 gennaio, da alcuni vandali: l’aquila di bronzo che la ornava è stata portata via. Si tratta di una scultura di piccole dimensioni (circa 30 centimetri di altezza per 40) che rappresenta un’aquila con le ali spiegate.

Una scultura piccola, ma dal grande valore simbolico perché andava ad ornare il monumento ai Caduti del paese: un manufatto che sorge nella piazza antistante la chiesa parrocchiale. La scultura si trovava sul pilastro centrale, tra altri due sostegni.

«L’aquila era a un’altezza di circa quattro metri - spiega il sindaco Marco Muttoni - e infatti per raggiungerla i malviventi, perché pensiamo sia stato più di uno ad agire, hanno dovuto utilizzare una scala da lavoro che hanno “preso in prestito” dalla vicina chiesa e con la quale sono riusciti a raggiungere l’aquila. Una volta sulla sommità del pilastro hanno agito sulla scultura, che era cementata alla colonna, e l’hanno letteralmente smurata».

È stata presentata denuncia contro ignoti per atti vandalici ai carabinieri della stazione di Serina, «Siamo davvero molto dispiaciuti per quanto successo - conclude il sindaco - perché non riusciamo a capire il senso di questo gesto. La scultura ha un grande valore affettivo ed è da decenni che è posta “a custodia” del monumento su cui sono affisse le lastre in marmo con incisi i nomi dei caduti di Bracca delle due guerre mondiali. Speriamo che chi ha compiuto questo gesto di cattivo gusto si ravveda».

© riproduzione riservata