Giovedì 21 Agosto 2014

«Vanessa e Greta stanno bene»
Arrestato uno dei loro rapitori

Vanessa Marzullo e Greta Ramelli

«Sono in buona salute» Vanessa Marzullo e Greta Ramelli, le due italiane rapite in Siria. È’ quanto scrive il quotidiano panarabo al Quds al Arabi, pubblicato a Londra, citando una fonte del gruppo di ribelli islamici Ahrar ash Sham, che ha annunciato la cattura di uno dei loro rapitori.

Secondo la fonte, le due volontarie «forse potrebbero essere rilasciate nelle prossime ore». Nell’edizione cartacea del giornale di imercoledìla fonte sostiene che il gruppo di ribelli islamici ha catturato uno dei rapitori di Vanessa e Greta, che avrebbe confessato che «stava trattando con le autorità italiane per raggiungere un accordo su un riscatto».

La fonte precisa che uno dei rapitori, «membro di una brigata dell’opposizione siriana» e dunque non dello Stato islamico (Isis), è stato catturato nei pressi di Sarmada, località a ridosso del confine con la Turchia nella regione di Idlib. La fonte citata dal quotidiano al Quds al Arabi è identificata come «un membro della sicurezza di Ahrar ash Sham», operativa anche nella regione nord-occidentale di Idlib.

Le due italiane sono scomparse all’inizio di agosto e l’ultima volta sono state avvistate a al Abizmo, località a 15 km est da Sarmada e 40 km ovest da Aleppo.

© riproduzione riservata