Sabato 30 Aprile 2011

Violenta caduta sul marciapiede
Morto l'uomo ferito in via Moroni

Domenica 10 aprile era stato trovato sul marciapiedi di via Moroni con una profonda ferita alla testa. A distanza di 20 giorni è morto, proprio a causa di quella gravissima lesione, Giovanni Marchesi, 53 anni, della Malpensata.
I medici dei Riuniti avevano giudicato fin da subito gravissime le lesioni che l'uomo aveva riportato alla testa: anche la polizia si era occupata della vicenda, per ricostruire l'accaduto.

All'apparenza, infatti, non sembrava chiara la causa della profonda ferita che l'uomo presentava alla testa. La ferita era del resto molto profonda e risultava difficile pensare che Marchesi se la fosse provocata semplicemente cadendo. Invece, purtroppo, è andata proprio così, come ha accertato la Squadra mobile della questura: la polizia ha infatti verificato, tramite le telecamere piazzate in quella zona di via Moroni (all'altezza del civico 122), che Marchesi era arrivato in zona in sella alla sua moto, l'aveva regolarmente posteggiata e si era incamminato lungo il marciapiede con in mano delle pizze per raggiungere l'abitazione di alcuni amici e mangiare con loro.

Pochi metri dopo il cinquantatreenne ha perso l'equilibrio ed è caduto a terra, picchiando con violenza la testa sul marciapiede. In quel lasso di tempo l'uomo – come accertato dalla polizia – non è stato sicuramente avvicinato da nessuno, visto che nessun altro è inquadrato, in quei minuti e in quel tratto di strada, dalle telecamere comunali.

Soccorso dal 118 e portato ai Riuniti, Marchesi era stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico, ma le sue condizioni non sono mai migliorate. Dopo venti giorni il cinquantatreenne, che collaborava con un bar di via Broseta, è morto.

I funerali saranno celebrati lunedì pomeriggio nella parrocchiale di Sant'Alessandro in Colonna: il corteo funebre partirà alle 14,45 dalla camera mortuaria degli Ospedali Riuniti, dove la salma si trova composta.

a.ceresoli

© riproduzione riservata