WhatsApp, se due segnetti blu cambiano la  vita (e privacy) on line

WhatsApp, se due segnetti blu
cambiano la vita (e privacy) on line

Possono due segnetti di colore blu cambiare la vita? A giudicare dalla reazione mediamente (e mediaticamente) isterica seguita all’introduzione della doppia spunta di colore blu sul servizio di messaggistica WhatsApp, la risposta è sì.

Addio privacy e scuse del tipo «non avevo letto il tuo messaggio». Eh no, carta canta e la doppia spunta blu fa pure peggio: urla. A parte per chi ha poco o nulla da nascondere, e candidamente rivela di essere convinto che «i due segnetti grigi indicassero già l’avvenuta lettura» e non il semplice recapito del messaggio. Perché il mondo è comunque fatto anche (soprattutto, si spera...) di gente normale e non di emuli di 007 ossessionati dalla privacy o dai propri inconfessabili segreti.

Comunque la vogliate vedere, da quando dalla tarda serata di mercoledì WhatsApp ha iniziato a rendere operativa (in sordina) la conferma di avvenuta lettura, in rete si è scatenato l’inferno. E adesso non basta nemmeno più togliere la funzione che rivelava (agli altri) l’orario dell’ultimo accesso al programma: no, quando leggi il messaggio ricevuto parte di default la doppia spunta blu. Attesa all’altro capo più o meno come la stella cometa o l’esito di un test di gravidanza indesiderata: immaginiamo già frotte di persone ad impugnare lo smartphone come un detonatore, sguardo vitreo perso sullo schermo ad attendere il doppio flag. «Perché non mi risponde, eppure ha letto il mio messaggio... Guarda, guarda il segnetto blu...». Manco Shakespeare... Normale che in rete si sia scatenata l’ironia, guardate queste immagini con protagonista niente meno che Audrey Hepburn

E tra una maledizione e l’altra al signor Zuckerberg (sì, perché WhatsApp è stato comprato da mister Facebook per 19 miliarducci di dollari) c’è chi si è ovviamente già ingegnato per trovare una via di fuga al cappio virtuale dei bluetick, con modalità più o meno credibili. Tipo questa: basterebbe entrare nell’applicazione e attivare la modalità aereo, prima di aprire la conversazione e leggere il messaggio. Una volta letto, si chiude la chat e si riattiva la connessione dati. Comodo e soprattutto veloce, proprio per chi ha tempo da perdere, insomma, ma a stretto giro di rete sono attese a breve altre soluzioni alternative.

Anche se la verità, in fin dei conti, è una sola: se non ti voglio rispondere non lo faccio, manco se c’è la doppia spunta blu, rossa o fucsia. Poi la situazione potrebbe farsi nera, ma questa è un’altra storia...


© RIPRODUZIONE RISERVATA