Martedì 03 Dicembre 2013

Zingonia, succede ancora di tutto

Abitazione occupata e affittata

Zingonia: veduta aerea delle torri

Non si frena il degrado e la delinquenza nelle cosiddette torri di Zingonia. Nonostante la muratura eretta per impedirne l’accesso, c’è chi entra, occupa abusivamente le abitazioni e si allaccia alla rete dell’Enel.

Nel corso di un controllo, nell’ambito della prevenzione, i carabinieri hanno denunciato quattro extracomunitari lunedì 2 dicembre. Si tratta di S. F., 41enne marocchino, di fatto domiciliato nel condominio Anna 2, nullafacente, pregiudicato e privo del permesso di soggiorno: per lui accuse di invasione edifici, danneggiamento e clandestinità. Di I. J., 33enne liberiano, di fatto domiciliato nel condominio Anna 3, idem come sopra per situazione e accuse con in più il furto. Di A. H., 33enne senegalese, di fatto domiciliato nel condominio Anna 3, idem come sopra. E di A. Q. N., 37enne pakistano, residente a Monza, pregiudicato ma munito di permesso di soggiorno, accusato di invasione edifici e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Le forze dell’ordine hanno appurato che S. F., dopo aver demolito parte della muratura anti-intrusione del condominio Anna 2, aveva occupato abusivamente un’abitazione. Mentre all’interno del condominio Anna 3 i carabinieri hanno scoperto I. J. e A. H. che, dopo aver invaso un alloggio, si erano allacciati direttamente alla rete Enel bypassando il contatore di energia elettrica.

Ulteriori indagini hanno evidenziato che A. Q. N., spacciandosi per il proprietario dell’alloggio, dopo averlo occupato, l’aveva affittato ai due facendosi pagare 450 euro mensili per favorire anche la loro permanenza sul territorio italiano.

© riproduzione riservata