L’energia dal sole piace ai bergamaschi
Più della metà ha già provato il fotovoltaico e il 31,5% è disposto a installarlo sul tetto di casa: lo rivela il sondaggio de L’Eco di Bergamo

L’energia dal sole
piace ai bergamaschi

Il fotovoltaico piace ai bergamaschi. Lo rivelano le risposte all’indagine de L’Eco di Bergamo, pubblicata su eco.bergamo, il supplemento mensile di ambiente, ecologia, green economy. Due dati balzano subito agli occhi. Il primo: più di un bergamasco su due, il 55,91%, ha già avuto un’esperienza diretta con i sistemi fotovoltaici. Di questi, il 53,57% ha un impianto fotovoltaico ma è connesso solo alla rete, mentre il 32,1% ha installato anche la nuova tecnologia di accumulo dell’energia prodotta ma non consumata.

Il secondo risultato: un’altra famiglia su tre, il 31,5%, ha già valutato o sta valutando in maniera convinta la possibilità di installare a breve questo sistema di produzione di energia elettrica pulita, anche sotto il vento favorevole degli incentivi rilanciati dalla maxi detrazione fiscale, il superbonus al 110%.

La tecnologia degli accumulatori di energia da fonte rinnovabile, poi, secondo gli ultimi studi è già definita l’elettrodomestico del futuro, anche perché sarà propedeutica a un nuovo mercato dell’energia, quello dei produttori-consumatori, chiamati i «prosumer». Permette di conservare e utilizzare l’energia autoprodotta nel momento di picco dei consumi, evitando di rilasciarla nella rete nazionale quando non serve e di ricavarla da lì quand’è necessaria, dovendola pagare al prezzo di mercato, oggi in forte rialzo.

Legame con la mobilità elettrica

Un altro dato ricollega alla rivoluzione della mobilità: il 16,36% dei partecipanti al sondaggio con la disponibilità di un impianto fotovoltaico ha già installato una colonnina per la ricarica dell’auto elettrica. Gli altri lo faranno a breve, oppure valuteranno di farlo. I risultati del sondaggio sul mondo delle auto elettriche, pubblicato sul numero di aprile di eco.bergamo, mostravano che otto bergamaschi su dieci sono disposti a valutare l’acquisto di un’auto ibrida o elettrica.

L’indagine pubblicata su eco.bergamo, compiuta a fine giugno su un campione rappresentativo di oltre 200 famiglie della provincia, indica che il 95% risiede in immobili di proprietà, di cui il 70% ha più di vent’anni. Le abitazioni più vecchie sono anche quelle più energivore e bisognose di riqualificazione.

La riduzione della bolletta, al 56%, supera d’un soffio il desiderio di offrire il proprio contributo alla lotta all’inquinamento, al 55%, tra le due principali motivazioni per la transizione dalle fonti fossili a quelle rinnovabili. Il 91%, dopo il passaggio al fotovoltaico, giudica il taglio alle emissioni inquinanti superiore alle attese. Chi apprezza una reale riduzione della bolletta sale dal 56% a oltre l’80%. È in crescita la fascia di chi sceglie gli impianti fotovoltaici per aspirare a diventare autonomo sotto il profilo energetico.

Il 95% di chi ha intrapreso la strada del fotovoltaico giudica positiva la scelta compiuta e superate le due maggiori preoccupazioni iniziali, relative alla necessità di pratiche burocratiche e alla selezione dell’azienda cui rivolgersi prima per le informazioni, poi per gli eventuali lavori di installazione.

Il supplemento mensile di ambiente, ecologia, green economy, eco.bergamo, è in edicola domenica 11 luglio gratis con il quotidiano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA