Martedì 09 Novembre 2010

Cassa integrazione, ancora un calo
In ottobre 2,45 milioni di ore

Ancora un calo. Questa volta del 12,3% rispetto al mese precedente. Quel settembre che, di suo, quattro settimane fa aveva già segnalato una netta contrazione (-43,1%) rispetto al mese precedente ancora, ovvero agosto. È il quadro che emerge dai dati elaborati dall'Inps e che fanno riferimento alla situazione della cassa integrazione (ordinaria, straordinaria e in deroga) registrata in provincia di Bergamo ad ottobre.

Complessivamente, l'Istituto di previdenza ha autorizzato nella nostra provincia poco più di 2,45 milioni di ore di ammortizzatori sociali: ancora in flessione, dicevamo, rispetto ai 2,79 milioni segnati a settembre e ben al di sotto dei 4,90 milioni del precedente mese di agosto. Così come in netta flessione il dato appare in un'analisi anno su anno: ad ottobre 2009, infatti, le ore complessivamente autorizzate si attestarono a quasi 3,33 milioni di ore. Rispetto ad un anno fa, quindi, la situazione è andata migliorando con un calo di questo ammortizzatore del 26,3%.

Analizzando l'andamento della Cig per ambito produttivo, il comparto meccanico si evidenzia ancora come il più debole. Basti pensare che complessivamente, per le tre diverse tipologie di cassa integrazione, la meccanica ad ottobre scorso ha fatto richiesta per un milione e 124 mila ore circa: vale a dire il 45,8% dell'intero volume di ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate dall'Inps per la provincia bergamasca.

Per conoscere tutti i dati leggi L'Eco di Bergamo del 9 novembre

fa.tinaglia

© riproduzione riservata