Mercoledì 19 Ottobre 2011

Federazione Moda Italia
Pedrali rieletto nel direttivo

Diego Pedrali, presidente del Gruppo abbigliamento e calzature dell'Ascom di Bergamo, è stato rieletto nel Consiglio direttivo della Federazione Moda Italia, l'organizzazione aderente a Confcommercio che raggruppa le imprese dei settori abbigliamento, pelletteria, biancheria e intimo, all'ingrosso e al dettaglio e che rappresenta 30 mila punti vendita in Italia. Diego Pedrali, 61 anni, titolare del negozio di abbigliamento L'uomo più di Torre Boldone, è presidente del gruppo abbigliamento e calzature dell'Ascom di Bergamo da oltre 20 anni, dal 2005 è componente del Consiglio direttivo dell'Associazione orobica e dal 2010 consigliere della Camera di Commercio. Pedrali oggi è espressione di un settore che a Bergamo raccoglie 1.866 imprese (dati Ascom giugno 2011), tra negozi di abbigliamento (n. 1.592) e di pelletteria e calzature (n. 274).

L'imprenditore bergamasco è stato rieletto nel Consiglio nazionale della Federazione insieme ad altri 24 consiglieri dall'assemblea che si è tenuta a Salerno lo scorso 17 ottobre e che ha confermato alla presidenza il milanese Renato Borghi. L'assemblea ha scelto i consiglieri, tra i quali Pedrali, da una rosa di 85 presidenti provinciali candidati provenienti da tutta Italia. L'obiettivo della Federazione, presente in 103 province con sindacati locali, è quello di tutelare gli interessi del commercio tradizionale, che continua a rappresentare il 38% della quota di mercato del settore abbigliamento (38%), contro il 30% delle catene, il 20-18% della grande distribuzione. «La mia rielezione mi spinge ad un impegno ancora più proficuo nei confronti dell'organizzazione e dei miei colleghi» commenta Pedrali.

Il nuovo consiglio direttivo della Federazione, che rimarrà in carica per i prossimi 5 anni, è così composto: Guido Arzano (Salerno), Carlo Massoletti (Brescia), Raffaele Bistrussu (Cagliari), Flavio Mazzocchi (Bologna), Angelo Pio Camalleri (Caltanissetta), Diego Pedrali (Bergamo), Francesco Cena (Torino), Carlo Petrini (Perugia), Alessandro Cestonaro (Vicenza), Roberto Polidori (Roma), Patrizia Di Dio (Palermo), Enrico Postacchini (Bologna), Giannino Gabriel (Genova), Giuseppe Giancristofaro (Napoli), Carlo Saponaro (Bari), Federica Grassini (Pisa), Riccardo Savella (L'Aquila), Giovanni Gravante (Trento), Mario Ulian (Udine), Luigi Isoardi (Cuneo), Vittorio Zampieri (Belluno), Paolo Mantovani (Arezzo), Carmen Zapparoli Ori. Presidente: Renato Borghi.

e.roncalli

© riproduzione riservata