Mercoledì 30 Novembre 2011

Novembre, inflazione stabile
Più «cari» vestiti e calzature

A novembre, l'indice dei prezzi al consumo per l'intera collettività, a Bergamo, non subisce alcuna variazione rispetto al mese precedente. Il tasso tendenziale (la variazione percentuale rispetto allo stesso mese dell'anno precedente), si attesta a +3,0 %, in diminuzione rispetto al +3,3 % registrato il mese scorso.

Nel mese, la divisione di spesa che registra la variazione più marcata è «Abbigliamento e calzature» con rialzi di indumenti, servizi di lavanderia e riparazione abiti. Segue quella dei «Prodotti alimentari e bevande analcoliche» dove si registra un andamento fortemente contrastato; medesima variazione per «Mobili, articoli e servizi per la casa» dove risultano in aumento gli articoli tessili, i piccoli elettrodomestici, cristalleria, stoviglie e utensili domestici e i prodotti per la pulizia e la manutenzione della casa; in calo i servizi di lavanderia per articoli tessili della casa. Variazioni positive anche per la spesa «Abitazione, acqua, energia elettrica e combustibili» nella quale aumenta il gasolio per riscaldamento e gli altri combustibili; mentre in «Servizi ricettivi e di ristorazione» si rilevano aumenti per fast food e prodotti di gastronomia; in diminuzione villaggi vacanze, campeggi, ostelli. Identica variazione per la spesa «Altri beni e servizi» nella quale vi sono rialzi di apparecchi elettrici per la cura della persona, gioielleria, orologeria e articoli da viaggio.

In diminuzione i «Trasporti» con cali di altri carburanti, trasporto ferroviario e marittimo e voli internazionali; in controtendenza gasolio, benzina, biciclette e accessori per mezzi di trasporto privati. In «Ricreazione, spettacolo e cultura» risultano in diminuzione gli accessori per apparecchi per il trattamento dell'informazione, i supporti di registrazione, imbarcazioni, motori fuoribordo ed equipaggiamento, giochi e hobby, servizi ricreativi, riviste e periodici e i pacchetti vacanza; in salita gli apparecchi per il trattamento dell'informazione e quelli per la ricezione, registrazione e riproduzione suoni e immagini, autocaravan, caravan e rimorchi, articoli sportivi, articoli per il giardinaggio, piante, narrativa e articoli di cartoleria. Nella divisione delle «Comunicazioni» si evidenziano cali di apparecchi per la telefonia mobile; mentre sono in netto rialzo quelli per la telefonia fissa e telefax. Invariate le divisioni: «Bevande alcoliche e tabacchi», «Istruzione» e «Servizi sanitari e spese per la salute».

a.ceresoli

© riproduzione riservata