Lunedì 17 Settembre 2012

Pietre bergamasche, una risorsa
Ora c'è una giornata di studio

La Camera di commercio presenta in una giornata di studio tre pietre bergamasche che sono state recentemente oggetto dello studio di caratterizzazione per il riconoscimento del marchio di origine.

Si tratta dell'arenaria di Sarnico, dei ceppi bergamaschi (ceppo di Gré, di Poltragno e brecciola) e del marmo di Zandobbio. L'iniziativa è rivolta ai giovani professionisti della progettazione edilizia e ai docenti di materie correlate.

L'evento si terrà venerdì 12 ottobre dalle 9 alle 16.30 nella Sala del Mosaico
di via Petrarca 10 a Bergamo. Il marchio d'origine garantisce la provenienza geografica delle pietre naturali di Bergamo.

Si tratta di uno strumento ideato dalla Camera di commercio per valorizzare e promuovere la conoscenza delle pietre ornamentali bergamasche, materiali che rappresentano una risorsa economica, ma soprattutto una preziosa eredità di tradizioni e cultura inscindibili dalla storia del territorio.

Il marchio fornisce un agile riferimento per gli addetti ai lavori riguardo origine, caratteristiche tecniche e varietà commerciali. Le pietre commercializzate con il marchio rispettano i requisiti stabiliti dal disciplinare di produzione, un documento strutturato in sei articoli che inquadra le caratteristiche geologiche di ogni materiale da un punto di vista genetico e ambientale. Il disciplinare fornisce anche informazioni tecniche sulle proprietà e l'applicabilità del materiale in vari contesti edilizi.

La partecipazione alla giornata è gratuita e a numero chiuso. Saranno ammessi i primi iscritti rispondenti al profilo individuato con un massimo di 180 persone per i lavori del mattino e 60 persone per i laboratori del pomeriggio.

L'iscrizione va effettuata compilando il modulo su www.bg.camcom.gov.it entro il 5 ottobre 2012. Una volta effettuata la selezione, entro il 9 ottobre 2012 sarà inviata la conferma dell'iscrizione. La partecipazione prevede il riconoscimento di crediti formativi professionali da parte del Collegio dei geometri di Bergamo.

r.clemente

© riproduzione riservata