«Patti chiari con l'economia»
Bergamo protagonista a Roma

Uscire dalla crisi economica con idee imprenditoriali vincenti: con questo obiettivo gli studenti di 19 province italiane hanno presentato i loro progetti di impresa nell'ambito dell'edizione 2012 del concorso collegato al programma didattico “PattiChiari con l'economia”.

«Patti chiari con l'economia» Bergamo protagonista a Roma

Uscire dalla crisi economica con idee imprenditoriali vincenti: con questo obiettivo gli studenti di 19 province italiane hanno presentato i loro progetti di impresa nell'ambito dell'edizione 2012 del concorso collegato al programma didattico “PattiChiari con l'economia”, promosso dal Consorzio dell'ABI PattiChiari.

La premiazione è stata il momento conclusivo del percorso didattico per le scuole superiori “L'impronta economica Teens”, seguito nello scorso anno scolastico da circa 15.000 studenti di 32 differenti province italiane. Tra gli oltre 100 progetti realizzati dalle classi, le diverse giurie locali hanno selezionato i 19 finalisti locali che oggi hanno esposto in diretta i loro business plan alla Giuria Nazionale, composta da rappresentanti del mondo accademico e dei media, rappresentanti degli insegnanti e delle istituzioni pubbliche e private (Presidenza della Repubblica, MIUR, Ministero per lo Sviluppo Economico e la Coesione Territoriale, Provincia di Roma, Confindustria, ABI).

Alla fase finale del concorso, ha partecipato anche l'Istituto Agrario di Bergamo “Mario Rigoni Stern” con il business plan “Ecomuseo di Valtorta” che, sotto la guida dei tutor di Banca Popolare di Bergamo, ha ricevuto una menzione speciale da parte della giuria. Particolarmente apprezzata la presentazione del progetto eco museale, con uno spettacolare filmato in bianco e nero che ha messo in mostra le peculiarità storico - ambientali della Val Stabina fornendo altresì un interessante spaccato del mondo rurale orobico.

Gli studenti e i loro insegnanti, grazie anche al sostegno ed al supporto della Banca Popolare di Bergamo, avevano partecipato ad un workshop sul tema del “fare impresa”, con l'obiettivo di sviluppare un vero e proprio Business Plan e far apprendere le nozioni primarie necessarie per pianificare in termini economici un'attività imprenditoriale. Ricordiamo, per inciso, che anche l'Istituto vincitore del primo premio, l'Istituto Superiore “Facchinetti” di Castellanza, è stato supportato e sostenuto dalla Banca Popolare di Bergamo.

“Siamo orgogliosi come Banca Popolare di Bergamo – ha commentato Omar Francotti, referente BPB del progetto – di avere contribuito alla creazione nelle generazioni più giovani di una cultura economica dalle basi solide e capillarmente diffusa e ancor di più andiamo orgogliosi dell'ottima qualità espressa dalle due scuole che abbiamo sostenuto e che ben esprimono le peculiarità dei territori in cui opera Banca Popolare di Bergamo e a cui da sempre la Banca presta grande attenzione , Entrambi gli Istituti che abbiamo supportato hanno presentato un progetto di impresa sostenibile, innovativo, socialmente utile e radicato sul proprio territorio di appartenenza realizzato dagli studenti con l'aiuto degli esperti di banca e siamo estremamente fieri che anche quest'anno i nostri sforzi e i nostri impegni siano stati riconosciuti con la vittoria di un Istituto scolastico da noi sostenuto”.

Caratteristica dei programmi di PattiChiari, messi gratuitamente a disposizione delle scuole su tutto il territorio nazionale, è infatti la presenza di un tutor bancario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA