Venerdì 28 Agosto 2009

Gewiss, l'azienda guarda
al futuro con ottimismo

Gewiss guarda con ottimismo al futuro: L'azienda ha chiuso il primo semestre del 2009 con utile netto di 5,4 milioni, in calo del 66,7% rispetto allo stesso periodo del 2008. I ricavi sono scesi del 26,8% a 134,8 milioni, con margine operativo lordo a 19,3 milioni (-44,7%). Ma nel secondo semestre - come si legge nella relazione diffusa dopo la seduta del Consiglio di amministrazione - le misure messe in atto per fronteggiare la crisi economica dovrebbero portare a un «parziale recupero sui volumi di vendita» e «all'ambizioso mantenimento degli attuali livelli di redditività e di impiego del capitale circolante».

I segnali di ripresa

Segnali di ripresa e consolidamento della posizione finanziaria netta attiva: fatturato consolidato semestrale di 135 milioni di euro (-27% verso il primo semestre ‘08); in ripresa il fatturato di gruppo del secondo trimestre ‘09 che evidenzia un recupero del +29% rispetto ai dati di marzo ’09 (+63% per il mercato italiano); Ebitda e Ebit al 30 giugno ‘09 rispettivamente pari a 19,3 e 9,3 milioni di euro; utile netto di 5,4 milioni di euro (4% sul fatturato); capitale circolante operativo netto a 89,3 milioni di euro a fronte dei 106,2 milioni di euro del primo semestre ‘08 (stock giacenze in diminuzione da 70,1 a 54,2 milioni di euro); solidità patrimoniale e posizione finanziaria netta attiva pari a 43,6 milioni di euro (21,3 milioni di euro nel primo semestre ‘08 e 64,4 milioni di euro a dicembre ‘08).

Il Cda si è riunito oggi a Cenate Sotto sotto la presidenza di Domenico Bosatelli che, al termine della riunione, ha dichiarato: «Tutte le azioni sviluppate nel semestre, in continuità con quanto già dichiarato nella precedente informativa trimestrale, hanno permesso da un lato di migliorare le performance eco-finanziarie del secondo trimestre 2009, ma soprattutto di porre le basi per un consolidamento della leadership di mercato e di prodotto del nostro gruppo, con una vision strategica di medio/lungo periodo. I progetti attualmente in corso saranno costantemente aggiornati e resi coerenti con l'evoluzione attesa del mercato nel secondo semestre e comunque volti ad una ricerca costante di recupero del business, flessibilità operativa, difesa di una adeguata profittabilità e ottimizzazione dei costi/investimenti. Confermando quindi la valenza della strategia di sviluppo del gruppo, restiamo fiduciosi sulle prospettive future, grazie alla nostra offerta prodotti/servizi, competitiva, innovativa e anche ampiamente rinnovata dal recente lancio di oltre duemila referenze ad elevato valore aggiunto, avvenuto durante la fiera internazionale Livinluce».


Il Cda ha ratificato le dimissioni di Riccardo Perotta (presidente del collegio sindacale) a seguito del superamento dei limiti al cumulo degli incarichi ai sensi del regolamento Consob e il subentro del sindaco supplente Giovanni Maria Garegnani, che assume anche la carica di presidente del collegio sindacale.

r.clemente

© riproduzione riservata