Venerdì 04 Settembre 2009

Il «Franco Chiesa Store»
passa alla milanese Fisar

Alla fine di una maratona di due ore e mezzo, il Franco Chiesa Store di via Correnti, pezzo più pregiato dell’azienda oggi in Concordato preventivo, con 148 dipendenti, se lo aggiudica la milanese Fisar che era anche stata la prima a entrare nella gara indetta ieri, nello studio del commissario giudiziale Luciana Gattinoni, insieme al Consorzio seriano B.B.C. e ai bresciani della Ru.In.Car di Sarezzo.

Fino all’ultimo i rappresentanti della Fisar, che tra l’altro si erano già aggiudicate le filiali Franco Chiesa di Cantù e di Gera Lario nel Comasco (riassorbiti 10 su 17) sono stati impegnati in una serie di rilanci (alla fine se ne conteranno una trentina) che hanno quasi raddoppiato la cifra di partenza della gara: dai 2.145.487 euro si è infatti passati ai 4 milioni e duecentomila euro con cui la società milanese si è aggiudicata la gara.

e.roncalli

© riproduzione riservata