Bollette, bonus, casa e autovelox  Ecco le novità del 2016 per le famiglie

Bollette, bonus, casa e autovelox
Ecco le novità del 2016 per le famiglie

Con il 2016 arrivano diverse novità per le famiglie italiane: dalle tariffe elettriche, al canone Rai, dal congedo per neo-papà all’autovelox.

Nel 2016 sparisce la tassa sulla prima casa e arriva il canone Rai in bolletta, le telefonate all’estero costeranno meno, mentre i diciottenni avranno una card con 500 euro da spendere in cultura, libri, musei e concerti. Cambia anche il tetto ai contanti, che sale a 3000 euro, e debuttano le norme per incentivare il bancomat. Infine l’autovelox non controllerà solo la velocità ma anche se il bollo è stato pagato e le revisioni sono in ordine. Ecco, in sintesi, cosa cambia con l’anno nuovo per le famiglie italiane

1 - Canone Rai in bolletta
Da giugno 2016 il canone Rai verrà incluso nelle bollette elettriche dei proprietari o dei locatari di prima casa. La presenza di un apparecchio televisivo sarà data per assodata, a meno che l’utente non faccia un’apposita dichiarazione all’Agenzia delle Entrate. Il costo scende da 113,5 euro a 100 euro l’anno. Tra gli over 75 esenti, non pagano se hanno meno di 8.000 euro di reddito annuo.

2- Via la tassa prima casa
Sparisce l’odiata tassa sulla prima casa, una misura che coinvolge 19 milioni di italiani. Graziati anche i terreni agricoli. Inoltre sarà possibile cancellare il 50% dell’Imu per la casa data in comodato a figli o genitori.

3 - Il congedo ai neo-papà
I neo-papà avranno due giorni di congedo obbligatorio (e non più uno solo) anche non consecutivi. Per le mamme si estende al 2016 il voucher babysitter, che arriva, in via sperimentale, anche per le lavoratrici autonome. Il congedo obbligatorio di maternità sarà valido ai fini del premio di produttività.

4 - Bonus giovani
I neo-diciottenni del 2016 avranno una card con 500 euro da spendere per musei, mostre, eventi, ma anche concerti dal vivo e acquisto di libri. Arriva anche uno bonus fiscale da 1000 euro una tantum per l’acquisto di nuovi strumenti musicali per gli studenti dei conservatori.

5 - Casa in leasing
D’ora in poi sarà possibile comprare la prima casa in leasing, come l’auto. Si può utilizzare l’immobile per un periodo di tempo e con il pagamento di un canone: alla scadenza c’è la possibilità di acquistare la proprietà dell’immobile a un prezzo prefissato, scontando il canone versato.

6 - Autovelox
L’autovelox non controllerà solo la velocità, ma anche il pagamento del bollo e le revisioni fatte. E sempre a proposito di auto, raddoppia il canone Telepass Premium: da 0,78 a 1,50 euro al mese per chi ha un contratto Family, Twin o Telepass con Viacard. In compenso ci saranno nuovi servizi. I clienti hanno 60 giorni di tempo per recedere dal contratto dalla ricezione della lettera, altrimenti le modifiche verranno considerate approvate.

7 - Contanti e bancomat
Il tetto per l’uso dei contanti sale a 3000 euro,ma resta a 1000 per i pagamenti effettuati dalla Pubblica amministrazione, come le pensioni. Arriva anche la norma che consente di pagare un caffè, o comunque somme molto piccole, con il bancomat. L’obbligo di Pos non scatta di fronte a «impossibilità tecniche».

8 - Tariffe elettriche
Al via, gradualmente, dal 1 gennaio 2016 la riforma delle tariffe elettriche che mira a sostenere la diffusione di consumi efficienti oggi penalizzati dai costi eccessivi, a semplificare la bolletta e a rendere quello che paghiamo più equo e realmente aderente ai costi dei servizi di rete.

9 - Sistemi d’allarme
Nel 2016 viene istituito un credito di imposta per le persone fisiche che, al di fuori della loro attività di lavoro autonomo, installano sistemi di videosorveglianza digitale o di allarme o stipulano contratti con istituti di vigilanza.

10 - Ristrutturazioni e arredamento
Detrazione fiscale del 50% sulle spese di recupero edilizio degli immobili residenziali prorogata fino al 31 dicembre 2016. È stata estesa fino al 31 dicembre 2016 anche la detrazione del 50%, fino a una spesa massima di 10mila euro, per chi acquista mobili e grandi elettrodomestici dopo aver ristrutturato la propria casa con la detrazione del 50% sul recupero edilizio. Le giovani coppie under 35 sposate o conviventi da almeno tre anni, che acquistano una casa, possono usufruire della detrazione del 50% per l’acquisto dei soli mobili, per una spesa fino a 16mila euro. La detrazione fiscale del 65% sulle spese di riqualificazione energetica degli edifici viene estesa per un altro anno.

11 - Carta famiglia
Nel 2016 arriva la carta famiglia, per i nuclei con almeno tre figli minori a carico, che prevede sconti sull’acquisto di beni e servizi.

12 - Donne al lavoro
Le donne lavoratrici del privato potranno lasciare il lavoro per vecchiaia a 65 anni e 7 mesi (63 anni e 9 mesi sono stati sufficienti nel 2015); per le autonome non prima di 66 anni e un mese, mentre sono già equiparate agli uomini le dipendenti pubbliche. Cioè all’età di 66 anni e 7 mesi. Gli uomini potranno andare in pensione anticipata se hanno versato 42 anni e 10 mesi di contributi; 41 anni e 10 mesi le donne.

13 - Sostegno ai disabili
Il piano povertà prevede 600 milioni di euro che finanzieranno anche una carta di acquisto per famiglie con almeno tre figli o con disabili. La card dà accesso a sconti e riduzioni di tariffe su servizi pubblici e privati. E arrivano 100 milioni per la legge «dopo di noi», in favore di disabili che rimangono senza i genitori. La manovra inoltre autorizza la spesa di 1 milione di euro in favore dell’Ente nazionale per la protezione e l’assistenza dei sordi.

14 - Crisi bancarie, pagano anche i privati
In caso di salvataggio di una banca dovranno intervenire i suoi azionisti, gli obbligazionisti e nei casi estremi anche i correntisti (ma soltanto per la parte che eccede i 100 mila euro). Le regole scattano a partire dall’1 gennaio. Sostituisce il bail out con cui, prima, interveniva lo Stato utilizzando i soldi pubblici.

15 - Taglio del roaming
Continua anche nel 2016 l’abbattimento delle tariffe di roaming che si pagano all’estero (nei Paesi Ue) per navigare o telefonare. Da aprile le tariffe roaming non dovranno superare il costo di 0,05 centesimi al minuto per le chiamate vocali in uscita e di 0,02 centesimi per l’invio degli Sms. Il sovrapprezzo sarà abolito a partire dal primo semestre del 2017.

16 - Assunzioni per cultura e scuola
In deroga ai limiti previsti per le assunzioni nelle pubbliche amministrazioni, è stato autorizzato un concorso straordinario per l’assunzione a tempo indeterminato di 500 funzionari. Saranno invece 63.700 i posti messi a bando per gli insegnanti nel 2016: 6.800 per la scuola dell’infanzia, 15.900 per la primaria, 13.800 per le medie, 16.300 per la secondaria di II grado e 10.900 per il sostegno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA