Buona notizia per chi cerca casa  I mutui salgono del 30 per cento
Il presidente dell’Abi Patuelli chiede un Testo unico bancario europeo

Buona notizia per chi cerca casa

I mutui salgono del 30 per cento

Piccoli spiragli anche sui prestiti alle imprese fino a un milione, ma il contesto resta difficile.

Nei primi dieci mesi dell’anno le erogazioni di mutui alle famiglie per l’acquisto della casa sono cresciute in Italia del 30,5%. Inoltre, l’ammontare delle erogazioni dei primi dieci mesi, pari a 20,2 miliardi, ha già superato l’importo di tutto il 2013 (che si attestava a 19,1 miliardi). Avanti di questo passo, è probabile che il consuntivo di quest’anno supererà anche il totale di due anni fa (che era pari a 20,7 miliardi). Gli incrementi riguardano sia le nuove accensioni di mutui sia le surroghe.

La conferma di un risveglio del mercato dei mutui arriva dal monitoraggio effettuato dall’Abi, l’Associazione della banche italiane. La rilevazione è altamente indicativa, dal momento che copre 84 banche pari all’85% del mercato.

Sul fronte casa, nonostante le oscillazioni di trimestre in trimestre, si registra anche un tentativo di ripresa del numero di transazioni su base annua (più 3,6% nel terzo trimestre di quest’anno) e i prezzi sembrano aver toccato un punto di minimo, con una contrazione dell’11,2% rispetto al 2010.

Qualche timido segnale d’inversione di tendenza s’intravede anche sul fronte dei finanziamenti alle imprese, anche se con qualche distinguo per trovare un lumicino in mezzo alle difficoltà. Il dato positivo è che nei primi dieci mesi le nuove erogazioni di finanziamenti fino a un milione, e quindi destinate alle piccole imprese, sono cresciute dello 0,2%.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 2 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA