Giovedì 15 Maggio 2014

Horacio Pagani a Sarnico

È il guru dei motori per milionari

Pagani Zonda S7,3 disegnata da Horacio Pagani

Il costruttore argentino Horacio Pagani arriva venerdì 16 maggio a Sarnico per raccontare la sua grande avventura a un parterre di industriali e li segreto con cui in un settore ipercompetitivo come quello delle auto di lusso, le sue supercar attraversano senza freni la grande crisi.

Horacio Pagani costruisce sogni che vanno a 300 all’ora ma che restano sogni con nomi da sogno: Zonda e, dal 2009, Huayra, un vento e il dio dei venti che spazzano la Pampa argentina. Ma è nella terra in cui crescono Ferrari, Maserati e Lamborghini che lui viene per respirare lo spirito dei pionieri e superarlo, creando macchine ancora più esclusive, ancora più costose, ancora più «performanti» (termine orrendo, ma è gergo...). Per averle, si parte dal milione in su.

Horacio sbarca in Italia nel paese da cui a fine ’800 erano partiti i bisnonni con la valigia di cartone. Non saranno anni facili, entra il Lamborghini come operaio di terzo livello. Qualche tempo dopo è già al design. Propone, ed è il primo, di buttar via la lamiera e puntare sui materiali compositi per la carrozzeria: fibre di carbonio (poi anche titanio) per alleggerire e far volare le supercar.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 15 maggio 2014

© riproduzione riservata