I prodotti pagati non saranno consegnati Brutte notizie dal crac di Mercatone Uno

I prodotti pagati non saranno consegnati
Brutte notizie dal crac di Mercatone Uno

Federconsumatori chiede un incontro con i ministeri dell’Economia e dello Sviluppo economico.

Con questo comunicato l’associazione di consumatori della Cgil chiede che si affronti la situazione di migliaia di creditori e clienti dell’azienda fallita.

«Mercatone Uno: una vergogna nazionale! Federconsumatori chiede un incontro ai ministri dell’Economia e dello Sviluppo economico per tutelare i diritti dei cittadini coinvolti.In queste ore abbiamo appreso degli ultimi, gravi risvolti della vicenda Mercatone Uno. Il Curatore fallimentare ha infatti comunicato a clienti e creditori che i prodotti già acquistati e pagati non verranno consegnati. Una doccia gelata per circa 20.000 famiglie, che subiscono così una grave perdita economica e che – anche qualora decidano di procedere con un’insinuazione al passivo – non potranno ottenere alcun ristoro e si ritroveranno anzi a dover sostenere ulteriori spese legali.

L’azienda del gruppo «Shernon Holding» ha effettuato le operazioni di vendita pur essendo pienamente consapevole dell’effettiva impossibilità di rispettare gli obblighi contrattuali, mettendo in atto una vera e propria azione truffaldina a danno degli utenti. «È urgente che il governo si muova per assicurare il giusto ristoro economico ai cittadini coinvolti, anche perché si tratta nella maggior parte dei casi di famiglie non facoltose» – dichiara Emilio Viafora, presidente Federconsumatori. Considerando la gravità dei fatti, abbiamo chiesto un incontro urgente al ministro dell’Economia Gualtieri e al ministro dello Sviluppo economico Patuanelli per discutere degli strumenti idonei ad affrontare la situazione e a tutelare i diritti delle famiglie».


© RIPRODUZIONE RISERVATA