Domenica 16 Marzo 2014

Isocell firma il palazzetto Armani

Pala AJ Dopo lo Juventus Stadium

Rendering del futuro Palalido di Milano

Le ossa se le sono fatte con lo Juventus Stadium di Torino, inaugurato nel settembre di tre anni fa. Ora, invece, è la volta di un’altra grande (perché nel frattempo impianti più piccoli li hanno già realizzati nella Bergamasca e nel Modenese) struttura sportiva: il palazzetto Armani di Milano, l’ex Palalido.

La Isocell Spa di Pognano è infatti impegnata a pieno ritmo in queste settimane nella preparazione di tutte le strutture che realizzeranno il nuovo Pala AJ di piazzale Stuparich, nel capoluogo meneghino. «Stiamo lavorando a ritmo serrato alla realizzazione delle strutture del palazzetto» spiega Giuseppe Losciuto che con il fratello Francesco sono i fondatori amministratori della società bergamasca.

«I tempi sono ormai strettissimi: tra la fine di aprile e l’inizio di maggio comincerà la posa in opera delle strutture» sottolinea Losciuto. «Comincerà la posa e il montaggio che, nel giro di due mesi, contiamo di avere completamente realizzato». La nuova sfida trova la Isocell preparatissima.

L’esperienza maturata con la realizzazione dello Juventus Stadium a Torino ha portato la società bergamasca a sviluppare tecnologia e know how tali da, si fa per dire, vedere il nuovo palazzetto di Milano quasi «un gioco da ragazzi»: «Ovviamente, rispetto ai 41 mila posti a sedere che caratterizzano lo stadio juventino, i 4 mila posti del palazzetto Armani è cosa meno complicata - sottolinea Losciuto -. Ma ovviamente anche qui c’è un gran lavoro dal punto di vista ingegneristico e, ovviamente, delle responsabilità di progettazione». Per il Pala AJ, Isocell sta realizzando pilastri, travi porta pannelli, travi porta gradini, gradini e corselli. Tutto prerealizzato a Pognano.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo di domenica 16 marzo

© riproduzione riservata